Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, la Valle del Torbido si muove con tempestività e lungimiranza

on . Postato in Politica

di Gianluca Albanese

GIOIOSA IONICA - La costituenda Unione dei Comuni della Valle del Torbido guarda lontano, e tra i primissimi obiettivi della sua agenda ha quello di intercettare l'importantissima opportunità costituita dall'avviso pubblico della Regione Calabria relativo al Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2014-2020 denominato "Approccio leader", consistente in un invito alla presentazione di proposte di partenariato e di strategie di sviluppo locale in attuazione delle politiche di sviluppo di tipo partecipativo previste dal quadro comunitario di sostegno della programmazione comunitaria 2014/2020.

Ultimo mese per gli sgravi della legge 407/90

on . Postato in Politica

Di Luigi Errigo*

Ancora 1 mese di tempo, per gli imprenditori calabresi, per assumere “eventuali” disoccupati  godendo degli sgravi contributivi triennali ex legge n.407/1990. Secondo quanto previsto dal Ddl Stabilità 2015, da gennaio verrà abrogato l’incentivo che permette di assumere e di abbattere il costo del lavoro per 36 mesi.

Elezioni, il presidente Raffa incontra i neo eletti consiglieri regionali

on . Postato in Politica

DAL PORTAVOCE DELLA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

I neo consiglieri regionali  Giovanni Arruzzolo, Francesco Cannizzaro, Giovanni Nucera, Giuseppe Neri, Francesco d’Agostino e Domenico Battaglia   sono stati ricevuti questa mattina dal presidente della Provincia Giuseppe Raffa. Si è trattato di un incontro cordiale, nel corso del quale il Presidente si è congratulato per l’affermazione  dei sei politici  tutt’ora impegnati  nell’attività istituzionale dell’Amministrazione Provinciale. 

Entra nel vivo la programmazione di Scrivere in Aspromonte

on . Postato in Arte e Cultura

(nella foto Gianfranco Marino - responsabile del progetto)

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Una montagna da vivere, da celebrare, da leggere e soprattutto da scrivere. Con queste premesse si appresta ad entrare nel vivo “Scrivere in Aspromonte” la rassegna culturale itinerante promossa dal mensile InAspromonte in collaborazione con l’Associazione culturale “I Chòra” di Bova.

Pd di Monasterace, Bucchino vs. Lente Locale

on . Postato in Politica

DI SEGUITO LA NOTA STAMPA DELLA SEGRETERIA DEL PD DI MONASTERACE
Siamo d’accordo con il Direttore Albanese: i dati numerici si commentano sempre da soli. E, quindi, non si comprende la necessità di  appiccicarci sopra  valutazioni soggettive, parziali e superficiali. Tendenti a fare un unico fascio di tante diverse persone. Con i quali - peraltro - non si è avuto modo di verificare direttamente (magari con una semplice interlocuzione verbale) la posizione, gli intendimenti e gli orientamenti.  Capita così, che a qualcuno viene il dubbio che la strumentalità dell'azione non sia del tutto - riportiamo testualmente dalla nota - pellegrina! 

Siderno, il Google Developer Group Locride si presenta all'IPSIA

on . Postato in Arte e Cultura

(foto e servizio di Enzo Lacopo)

SIDERNO - Un interessante incontro si è tenuto presso l'I.P.S.I.A. dal gruppo Google Developer Group con lo scopo di illustrare agli allievi le tecnologie di sviluppo di Google che riguardano qualsiasi cosa, ad esempio: Android, App Engine, piattaforme Google Chrome; API di prodotti come l'API di Google Maps, l'API di YouTube e l'API di Google Calendar.

Provincia, si complica il cammino che potrebbe portare al subentro di Francesco Rispoli

on . Postato in Politica

di Gianluca Albanese

SIDERNO - Potrebbe complicarsi il cammino che dovrebbe portare al subentro del medico sidernese Francesco Rispoli in consiglio provinciale come primo dei non eletti per la lista "Scopelliti Presidente" alle elezioni amministrative del 2011. Le indiscrezioni apparse oggi sulla carta stampata, infatti, avevano lasciato ben sperare i molti estimatori del professionista di Siderno, che dal 2001 al 2010 ha rivestito l'incarico di assessore comunale con deleghe importanti come Sanità e Politiche Sociali.

Locri, al via le mattinate Fai per le scuole

on . Postato in Pianeta Scuola

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

Anche quest’anno il Fai– Fondo Ambiente Italiano ha predisposto in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e con la partecipazione di ANP - associazione nazionale dirigenti e alte professionalità della scuola, il progetto denominato “Mattinate Fai per le scuole” in attuazione del quale nella settimana dal 24 al 29 novembre, in orario scolastico, le delegazioni Fai territoriali aprono un bene artistico o paesaggistico significativo del proprio territorio e organizzano delle visite riservate agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. 

Tempio di Kaulon, scontro Spirlì-Lanzetta

on . Postato in Ambiente e Sanità

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

Duello in punta di penna tra il responsabile regionale della cultura di Forza Italia Nino Spirlì e il Ministro degli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta. Spirlì ha più volte manifestato il proprio dissenso nei confronti delle istituzioni a suo dire assenti nella cura e nella tutela dei beni culturali e soprattutto archeologici della Calabria.

Locri: venerdì l'evento in memoria di Gaudio Incorpora

on . Postato in Arte e Cultura

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Si terrà venerdì 28 novembre 2014 alle ore 17:30 presso il Palazzo della Cultura di Locri la manifestazione culturale denominata “Ricordando Gaudio Incorpora”, l’illustre professore locrese che ha dato lustro alla Città grazie alle sue doti artistiche e culturali, scomparso a novembre 2013.

"Ghost car": "Tre arresti per vendite fasulle di beni"

on . Postato in Cronaca

RICEVIAMO E PUBBLiCHIAMO

I finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, unitamente a personale della Sezione di Polizia Giudiziaria - aliquota Corpo Forestale dello Stato della locale Procura, hanno in corso di esecuzione nr. 03 misure cautelari in carcere nei confronti dei responsabili di un consolidato sodalizio criminoso dedito alla sistematica consumazione di reati di truffa nei confronti di numerose vittime.

 

L'angolo acuto

MARIA GRAZIA LAGANA' E IL BEL TACER CHE NON FU MAI SCRITTO

«Non bisogna cedere al populismo di chi dice che i dipendenti ospedalieri sono imboscati: tutti i lavoratori del nostro ospedale sono persone serie e corrette e che spesso si sobbarcano dei doppi turni pur di fare il proprio dovere».

E' uno stralcio dell'intervento alla manifestazione di protesta di amministratori, sindacati e addetti ai lavori a tutela dell'ospedale di Locri, di Maria Grazia Laganà, una condanna in primo grado a due anni di reclusione (con sospensione della pena) per tentata truffa ai danni dell'allora Asl di Locri, falso e abuso.

La stessa Maria Grazia Laganà che, come ricorda un articolo del 2012 a firma dell'ottimo Pasquale Violi sul "Quotidiano della Calabria", dal febbraio del 2011 all'ottobre del 2012, mentre era in aspettativa dal suo posto di dirigente medico dell'ospedale di Locri (perché eletta nel 2008 parlamentare della Repubblica nelle liste del Pd) percepì ugualmente - a sua insaputa ? - oltre 4mila euro al mese di stipendio, come se avesse lavorato all'ospedale. 

Massimo rispetto per i dipendenti ospedalieri onesti che, per fortuna, sono la maggioranza, ma mai come in questo caso..."Un bel tacer non fu mai scritto". 

DIRITTO DI REPLICA AI SENSI DELLA LEGGE SULLA STAMPA:

L’angolo acuto, mi si conceda una battuta, in questo caso si è rivelato… ottuso.
Mi chiedo infatti che bisogno ci sia di mettere in atto una sistematica opera di delegittimazione della mia persona, anche a fronte dell’impegno comune che la politica ha intrapreso a tutela di un diritto di tutti i cittadini, quello alla salute, e di un bene collettivo come l’ospedale di Locri.
Delegittimazione che peraltro non ha sortito alcun effetto, dal momento che sono ben felice che i nostri concittadini hanno apprezzato la posizione che ho assunto sull’ospedale.
Se questa volta ho deciso di rispondere, è per ripristinare la verità sostanziale delle cose che un giornalista non può non conoscere: professionalmente e deontologicamente lo considero grave.
Per quanto riguarda la mia condanna in primo grado, mi sono difesa nel processo e non dal processo e pur rispettando la Magistratura e la sentenza, rivendico la mia innocenza e questo mi consente di camminare a pesta alta.
Voglio ricordare ai supercampioni dell’etica parolaia che io, un minuto dopo la mia condanna, ho deciso da sola di fare un passo indietro pur non rientrando nell’ambito di applicazione della legge Severino che all’epoca neanche esisteva.
Peraltro, non credo che questa vicenda possa impedirmi di esprimere una mia opinione sull’ospedale. Fino a prova del contrario, anche io sono una cittadina di questo Paese e anche io ho diritto a manifestare liberamente il mio pensiero, così come stabilisce la Costituzione. Oppure i diritti costituzionali esistono per alcuni e per altri no? E, ancora, si è garantisti con gli amici e giustizialisti con i “nemici”?
Mi chiedo come mai il giornalista che ha scritto l’articolo abbia riportato tante imprecisioni: francamente spero solo si tratti di disinformazione (e questo già ritengo sia grave per chi esercita tale professione) e non di malafede. A meno che non ci sia stata l'ispirazione di terze persone, di suggeritori occulti che però alla fine non ne rispondono né in sede penale, né in sede civile.
E’ notorio che sia stata io a segnalare l’anomalia del versamento dello stipendio dell’Asp durante il mio mandato parlamentare, nonostante la mia tempestiva richiesta di aspettativa; è altrettanto notorio che abbia restituito le somme erroneamente versate; e infine, la somma in questione è inferiore a quella indicata dal giornalista, evidentemente disinformato.
In tutti questi anni ho subito attacchi e aggressioni mediatiche gratuite. Ho taciuto per rispetto delle Istituzioni e della magistratura. Ma non posso accettare di essere insultata sine die e di subire ingiuste lesioni della mia onorabilità. È per questo che stavolta ho deciso di chiedere una rettifica, che sarà la prima e l’ultima, perché in futuro un confronto di questo tipo avverrà solo nelle sedi competenti. Per quanto mi riguarda, è una certezza.
Maria Grazia Laganà Fortugno

Fin qui la lettera dell'ex parlamentare Maria Grazia Laganà che abbiamo pubblicato integralmente. Ovviamente, la nostra storia personale e la nostra condotta quotidiana possono bastare a tranquillizzarla: non ci sono "terzi" che avrebbero "ispirato" la nostra nota pubblicata ieri, e chi ha la bontà di leggerci ogni giorno sa che di fronte ai fatti non guardiamo in faccia nessuno, e non esistono amici e nemici. Perché i fatti sono ostinati e quelli che mancavano nel nostro articolo sono stati riportati nella lettera della signora Laganà che, lo ripetiamo, abbiamo pubblicato integralmente. Siamo giornalisti, non ghost-writer e, quando e se sbagliamo, non sbagliamo mai in conto terzi.

Stentiamo, infine, a intravedere, nel nostro articolo qualsivoglia intento e o contenuto offensivo nei confronti della signora Laganà. Semmai, esso trae linfa dall'articolo 21 di quella Costituzione Italiana più volte richiamata nella sua lunga replica. (Gianluca Albanese)