Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Convolata a nozze la consigliera comunale Anna Baldessarro

on . Postato in Costume e Società

fotoservizio di Enzo Lacopo

Nel suggestivo Convento di San Gregorio Taumaturgo in Stalettì (CZ), con il rito matrimoniale celebrato dal simpaticissimo don Roberto Corapi, sono convolati a nozze sabato scorso 26 luglio,  l'avv. Giuseppe Capogreco e  Anna Baldessarro del gruppo consiliare che amministra la Città di Locri.

Gerace, terzo appuntamento in musica con Francesco Loccisano e Paolo Sofia

on . Postato in Arte e Cultura

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

GERACE - Dopo Mimmo Cavallaro, Mujura, Fabio Macagnino e Massimo Cusato, il terzo appuntamento di “Fermenti d’Autore – Musica”, martedì 29 luglio, alle 21.30, nel Chiostro di San Francesco che ospita il Centro visita dell’Ente Parco a Gerace (RC), vedrà protagonisti Francesco Loccisano, con il suo innovativo progetto musicale sulla chitarra battente, e Paolo Sofia, fondatore e voce dello storico gruppo dei QuartAumentata.

Locri, la Regione finanzia la nuova isola ecologica. La soddisfazione di Passafaro

on . Postato in Ambiente e Sanità

di Gianluca Albanese

LOCRI – “Sono lieto di annunciare quanto mi è stato riferito pochi giorni fa dall’assessore regionale all’Ambiente Pugliano: la Regione ha finanziato per 99.000 euro l’isola ecologica che si realizzerà a Locri”. L’ex assessore comunale al ramo Alfonso Passafaro rompe un silenzio stampa durato più di un mese per annunciare la buona novella.

Locri, il gruppo "Impegno e Trasparenza-Pd" deposita nuova interrogazione su erogazione contributo provinciale ad associazione Anthesterie

on . Postato in Politica

DI SEGUITO RIPORTIAMO L'INTERROGAZIONE DEL GRUPPO CONSILIARE "IMPEGNO E TRASPARENZA-PD":

 Premesso:

 

-che con determinazione n° 63 del 30/12/2013 REG. GENERALE N.965 DEL 30/12/2013 è stata impegnata la somma complessiva di € 5.000,00 con imputazione al cap. 4036 Bilancio 2013 per sostenere “alcuni eventi nell’ambito della Festa Patronale tenutasi dal giovedì alla domenica della prima settimana di agosto 2013 al fine di incentivare lo sviluppo della ricerca e della produzione culturale ed artistica”;

Siderno, concorso di pittura estemporanea 2014. Ultimi giorni per presentare domanda di iscrizione

on . Postato in Arte e Cultura

DI SEGUITO LA NOTA STAMPA DI AGOSTINO SANTACROCE-PRESIDENTE DELLA PRO LOCO DI SIDERNO:

SIDERNO-Ultimi giorni utili per presentare la domanda di iscrizione al Concorso di Pittura Estemporanea 2014 che la Fidapa e la Pro Loco di Siderno organizzano in sinergia. Il concorso, arrivato alla V edizione, è motivo di orgoglio per le associazioni organizzatrici e una nota di merito per il paese che funge da vetrina per gli artisti partecipanti, i quali, con i loro dipinti, evidenziano le bellezze paesaggistiche del nostro territorio.

2° Roccella Fitwalking:1500 in cammino con Giusy Versace

on . Postato in Sport

(ph. e video di Enzo Lacopo)

di Giovanni Certomà

ROCCELLA JONICA- Incredibile! Gli organizzatori ci speravano e il sogno si è avverato. Il 2° Roccella Fitwalking, che si è svolto a Roccella Jonica (R.C.), ieri domenica 27 luglio, ha mobilitato una moltitudine di cittadini provenienti da tutta Italia. La sfida lanciata due mesi fa, di raggiungere quota 1500 partecipanti, sembrava azzardata, alcuni la consideravano avventata, ma lo Staff Organizzativo dell’evento, ancora una volta, ha visto lungo, molto lungo. Sono proprio 1500  coloro che hanno preso parte a questa camminata a passo rapido, che ha letteralmente inondato il lungomare e le vie della cittadina jonica, giungendo fino alle pendici del castello medievale dei Principi Carafa Della Spina. Addirittura molte persone sono rimaste sprovviste di pettorale, perché i 1500 a disposizione erano finiti.

Bovalino, convegno sulla "famiglia italiana dalla situazione generale alla realtà locale"

on . Postato in Costume e Società

DALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BOVALINO RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“La Famiglia italiana: dalla situazione generale alla realtà locale” è il tema del convegno pubblico organizzato dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Bovalino e dalla Fondazione Calabria Etica. L’incontro avrà luogo a Bovalino, presso l’Auditorium del Sistema Bibliotecario Ionico “G. Ruffo” sito in Contrada Porticato, mercoledì 30 luglio alle ore 17,30.

L'angolo acuto

MARIA GRAZIA LAGANA' E IL BEL TACER CHE NON FU MAI SCRITTO

«Non bisogna cedere al populismo di chi dice che i dipendenti ospedalieri sono imboscati: tutti i lavoratori del nostro ospedale sono persone serie e corrette e che spesso si sobbarcano dei doppi turni pur di fare il proprio dovere».

E' uno stralcio dell'intervento alla manifestazione di protesta di amministratori, sindacati e addetti ai lavori a tutela dell'ospedale di Locri, di Maria Grazia Laganà, una condanna in primo grado a due anni di reclusione (con sospensione della pena) per tentata truffa ai danni dell'allora Asl di Locri, falso e abuso.

La stessa Maria Grazia Laganà che, come ricorda un articolo del 2012 a firma dell'ottimo Pasquale Violi sul "Quotidiano della Calabria", dal febbraio del 2011 all'ottobre del 2012, mentre era in aspettativa dal suo posto di dirigente medico dell'ospedale di Locri (perché eletta nel 2008 parlamentare della Repubblica nelle liste del Pd) percepì ugualmente - a sua insaputa ? - oltre 4mila euro al mese di stipendio, come se avesse lavorato all'ospedale. 

Massimo rispetto per i dipendenti ospedalieri onesti che, per fortuna, sono la maggioranza, ma mai come in questo caso..."Un bel tacer non fu mai scritto". 

DIRITTO DI REPLICA AI SENSI DELLA LEGGE SULLA STAMPA:

L’angolo acuto, mi si conceda una battuta, in questo caso si è rivelato… ottuso.
Mi chiedo infatti che bisogno ci sia di mettere in atto una sistematica opera di delegittimazione della mia persona, anche a fronte dell’impegno comune che la politica ha intrapreso a tutela di un diritto di tutti i cittadini, quello alla salute, e di un bene collettivo come l’ospedale di Locri.
Delegittimazione che peraltro non ha sortito alcun effetto, dal momento che sono ben felice che i nostri concittadini hanno apprezzato la posizione che ho assunto sull’ospedale.
Se questa volta ho deciso di rispondere, è per ripristinare la verità sostanziale delle cose che un giornalista non può non conoscere: professionalmente e deontologicamente lo considero grave.
Per quanto riguarda la mia condanna in primo grado, mi sono difesa nel processo e non dal processo e pur rispettando la Magistratura e la sentenza, rivendico la mia innocenza e questo mi consente di camminare a pesta alta.
Voglio ricordare ai supercampioni dell’etica parolaia che io, un minuto dopo la mia condanna, ho deciso da sola di fare un passo indietro pur non rientrando nell’ambito di applicazione della legge Severino che all’epoca neanche esisteva.
Peraltro, non credo che questa vicenda possa impedirmi di esprimere una mia opinione sull’ospedale. Fino a prova del contrario, anche io sono una cittadina di questo Paese e anche io ho diritto a manifestare liberamente il mio pensiero, così come stabilisce la Costituzione. Oppure i diritti costituzionali esistono per alcuni e per altri no? E, ancora, si è garantisti con gli amici e giustizialisti con i “nemici”?
Mi chiedo come mai il giornalista che ha scritto l’articolo abbia riportato tante imprecisioni: francamente spero solo si tratti di disinformazione (e questo già ritengo sia grave per chi esercita tale professione) e non di malafede. A meno che non ci sia stata l'ispirazione di terze persone, di suggeritori occulti che però alla fine non ne rispondono né in sede penale, né in sede civile.
E’ notorio che sia stata io a segnalare l’anomalia del versamento dello stipendio dell’Asp durante il mio mandato parlamentare, nonostante la mia tempestiva richiesta di aspettativa; è altrettanto notorio che abbia restituito le somme erroneamente versate; e infine, la somma in questione è inferiore a quella indicata dal giornalista, evidentemente disinformato.
In tutti questi anni ho subito attacchi e aggressioni mediatiche gratuite. Ho taciuto per rispetto delle Istituzioni e della magistratura. Ma non posso accettare di essere insultata sine die e di subire ingiuste lesioni della mia onorabilità. È per questo che stavolta ho deciso di chiedere una rettifica, che sarà la prima e l’ultima, perché in futuro un confronto di questo tipo avverrà solo nelle sedi competenti. Per quanto mi riguarda, è una certezza.
Maria Grazia Laganà Fortugno

Fin qui la lettera dell'ex parlamentare Maria Grazia Laganà che abbiamo pubblicato integralmente. Ovviamente, la nostra storia personale e la nostra condotta quotidiana possono bastare a tranquillizzarla: non ci sono "terzi" che avrebbero "ispirato" la nostra nota pubblicata ieri, e chi ha la bontà di leggerci ogni giorno sa che di fronte ai fatti non guardiamo in faccia nessuno, e non esistono amici e nemici. Perché i fatti sono ostinati e quelli che mancavano nel nostro articolo sono stati riportati nella lettera della signora Laganà che, lo ripetiamo, abbiamo pubblicato integralmente. Siamo giornalisti, non ghost-writer e, quando e se sbagliamo, non sbagliamo mai in conto terzi.

Stentiamo, infine, a intravedere, nel nostro articolo qualsivoglia intento e o contenuto offensivo nei confronti della signora Laganà. Semmai, esso trae linfa dall'articolo 21 di quella Costituzione Italiana più volte richiamata nella sua lunga replica. (Gianluca Albanese)