Monasterace, domani raccolta degli Oli Vegetali Esausti

on . Postato in Ambiente e Sanità

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Domani, mercoledì 1 ottobre, ci sarà la Raccolta degli Oli Vegetali Esausti, gestita dalla Cooperativa Sociale "Felici da Matti" in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Monasterace. Il punto di ritrovo, è situato nella piazzetta difronte la Stazione Ferroviaria a partire dalle ore 9 fino alle ore 11:30.

Caulonia, passano a maggioranza le tariffe dei tributi comunali

on . Postato in Politica

di Redazione

CAULONIA - Passano a maggioranza i punti relativi ai tributi comunali, votati nel corso della seduta di Consiglio che ha avuto luogo ieri sera e che si è aperta con il capogruppo di "Spazio Aperto-Pd" Attilio Tucci che ha richiamato l'attenzione del civico consesso sulla necessità di non perdere ulteriore tempo nell'approvare gli strumenti urbanistici.

Occhio alle truffe on line

on . Postato in In primo piano

di Lucina Albanese

SIDERNO - “OKKIO  alle  truffe  in  rete”  come  dicono  i  nostri  ragazzi,  perché  loro  sanno bene  come  difendersi.  Impariamo  da loro   e  cerchiamo  di  non  delegare  sempre  ad  altri quello  che  possiamo  fare  noi  stessi.

Locri, il sindaco Calabrese condanna l'attentato di stanotte

on . Postato in In primo piano

DI SEGUITO LA NOTA STAMPA DEL COMUNE DI LOCRI
Il Primo Cittadino di Locri, Giovanni Calabrese, che ieri sera, appena informato dell’accaduto, si immediatamente recato sul posto congiuntamente al Vicesindaco, Raffaele Sainato, ed al Capogruppo di Maggioranza, Domenica Bumbaca, nel condannare il gravissimo gesto che ha interessato due famiglie locresi e turbato l’intera collettività, ha esternato attraverso Facebook alcune considerazioni in merito all’accaduto che di seguito si riportano.

Giuseppe Varacalli riconfermato presidente di Federsanità ANCI Calabria

on . Postato in Ambiente e Sanità

DI SEGUITO LA NOTA STAMPA DI FEDERSANITA' ANCI CALABRIA:

CATANZARO– L’Assemblea Congressuale di Federsanità ANCI Calabria – riunitasi questa mattina a Catanzaro presso la sede di ANCI Calabria alla presenza del componente dell’ufficio di presidenza nazionale di Federsanità ANCI Giuseppe Napoli e con l’assistenza del segretario generale ANCI Calabria Rosanna Palazzo – ha proceduto all’elezione del presidente, dell’ufficio di presidenza, dei componenti il direttivo e dei delegati al Congresso Nazionale di Federsanità ANCI, convocato a Roma per il 16 ottobre 2014.

Gioiosa Jonica, sabato convegno sul tema del femminicidio

on . Postato in In primo piano

DI SEGUITO LA NOTA STAMPA DI VINCENZO LOGOZZO-PRESIDENTE DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI DI GIOIOSA JONICA:

Si terrà sabato 4 ottobre alle ore 10,30 nel Teatro Gioiosa il convegno sul tema del "femminicidio". Oltre ai cittadini parteciperanno  gli studenti delle scuole superiori della Locride. Alcuni studenti del Liceo Scientifico di Roccella si sono addirittura autotassati per un secondo pullman pur  di partecipare all'importante Convegno.

Le OO.SS. dei pensionati: Tasi e Tari, colpite le fasce più deboli della popolazione

on . Postato in In primo piano

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Le problematiche derivanti dall’aumento dei tributi per tutti cittadini, e in particolare per i pensionati del territorio provinciale reggino, sono state al centro di una riunione sindacale a cui hanno partecipato i rappresentanti sindacali di Spi CGIL Rc-Locri, Fnp CISL Rc e Uilp UIL RC insieme con i Segretari Generali Salvatore Lacopo, Vittorio Scicchitano e Mario Zavettieri.

Placanica, in manette due 20enni intenti a curare una piantagione di canapa indiana

on . Postato in Cronaca

DI SEGUITO LA NOTA STAMPA DEI CARABINIERI - GRUPPO DI LOCRI

PLACANICA - Alle prime luci dell’alba di ieri, nell’area boschiva di località Fiorello di Placanica, i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati da quelli di Caulonia e Caulonia Marina, unitamente a quelli dello Squadrone Cacciatori “Calabria”, dopo una prolungata attività d’indagine e osservazione, nonché lunghi appostamenti durati più giorni, hanno rinvenuto una piantagione di canapa indiana composta da 70 piante alte fino a 3 metri. 

Tribunale di Locri: Rodolfo Palermo è il nuovo presidente

on . Postato in In primo piano

fotoservizio di Enzo Lacopo

LOCRI- Si è insediato questa mattina il dott. Rodolfo Palermo, neo presidente presso il Tribunale di Locri. Ad accoglierlo, oltre al procuratore Generale di Reggio Calabria, Salvatore Di Landro, e al presidente del Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Locri, Gabriella Mollica,gli alti vertici delle Forze dell'Ordine del comprensorio della Locride appartenenti all'Arma dei Carabinieri,  Guardia di Finanza,  Polizia di Stato,  Capitaneria di Porto ecc.

Locri, grande partecipazione all'incontro pubblico con Gianni Speranza

on . Postato in Politica

(foto e video di Enzo Lacopo)

DAL COORDINAMENTO SEL DELLA LOCRIDE-RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO QUANTO SEGUE:

LOCRI- Grande soddisfazione da parte del Circolo SEL della Locride e del Comitato Locride pro Gianni Speranza per l'incontro pubblico tra lo stesso Gianni Speranza e i cittadini  tenutosi iera sera a Locri nell'ambito del tour locrideo del candidato di SEL alle primarie del centrosinistra del 5 ottobre in vista delle regionali di novembre.

Locri, colpi di fucile contro la casa di un commerciante

on . Postato in Cronaca

di Gianluca Albanese

LOCRI – Nella tarda serata di ieri sono stati esplosi 6 colpi di fucili caricati a pallettoni contro un’abitazione di via Melegnano (nei pressi di via Dromo), due dei quali hanno raggiunto l'appartamento abitato da una famiglia di un dipendente statale a riposo,  altri due non sono stati tuttora rinvenuti, mentre i residui due hanno colpito l’auto e l’abitazione di un commerciante, cercando di sparare anche alla telecamera di videosorveglianza che invece ha funzionato fino in fondo.

L'angolo acuto

MARIA GRAZIA LAGANA' E IL BEL TACER CHE NON FU MAI SCRITTO

«Non bisogna cedere al populismo di chi dice che i dipendenti ospedalieri sono imboscati: tutti i lavoratori del nostro ospedale sono persone serie e corrette e che spesso si sobbarcano dei doppi turni pur di fare il proprio dovere».

E' uno stralcio dell'intervento alla manifestazione di protesta di amministratori, sindacati e addetti ai lavori a tutela dell'ospedale di Locri, di Maria Grazia Laganà, una condanna in primo grado a due anni di reclusione (con sospensione della pena) per tentata truffa ai danni dell'allora Asl di Locri, falso e abuso.

La stessa Maria Grazia Laganà che, come ricorda un articolo del 2012 a firma dell'ottimo Pasquale Violi sul "Quotidiano della Calabria", dal febbraio del 2011 all'ottobre del 2012, mentre era in aspettativa dal suo posto di dirigente medico dell'ospedale di Locri (perché eletta nel 2008 parlamentare della Repubblica nelle liste del Pd) percepì ugualmente - a sua insaputa ? - oltre 4mila euro al mese di stipendio, come se avesse lavorato all'ospedale. 

Massimo rispetto per i dipendenti ospedalieri onesti che, per fortuna, sono la maggioranza, ma mai come in questo caso..."Un bel tacer non fu mai scritto". 

DIRITTO DI REPLICA AI SENSI DELLA LEGGE SULLA STAMPA:

L’angolo acuto, mi si conceda una battuta, in questo caso si è rivelato… ottuso.
Mi chiedo infatti che bisogno ci sia di mettere in atto una sistematica opera di delegittimazione della mia persona, anche a fronte dell’impegno comune che la politica ha intrapreso a tutela di un diritto di tutti i cittadini, quello alla salute, e di un bene collettivo come l’ospedale di Locri.
Delegittimazione che peraltro non ha sortito alcun effetto, dal momento che sono ben felice che i nostri concittadini hanno apprezzato la posizione che ho assunto sull’ospedale.
Se questa volta ho deciso di rispondere, è per ripristinare la verità sostanziale delle cose che un giornalista non può non conoscere: professionalmente e deontologicamente lo considero grave.
Per quanto riguarda la mia condanna in primo grado, mi sono difesa nel processo e non dal processo e pur rispettando la Magistratura e la sentenza, rivendico la mia innocenza e questo mi consente di camminare a pesta alta.
Voglio ricordare ai supercampioni dell’etica parolaia che io, un minuto dopo la mia condanna, ho deciso da sola di fare un passo indietro pur non rientrando nell’ambito di applicazione della legge Severino che all’epoca neanche esisteva.
Peraltro, non credo che questa vicenda possa impedirmi di esprimere una mia opinione sull’ospedale. Fino a prova del contrario, anche io sono una cittadina di questo Paese e anche io ho diritto a manifestare liberamente il mio pensiero, così come stabilisce la Costituzione. Oppure i diritti costituzionali esistono per alcuni e per altri no? E, ancora, si è garantisti con gli amici e giustizialisti con i “nemici”?
Mi chiedo come mai il giornalista che ha scritto l’articolo abbia riportato tante imprecisioni: francamente spero solo si tratti di disinformazione (e questo già ritengo sia grave per chi esercita tale professione) e non di malafede. A meno che non ci sia stata l'ispirazione di terze persone, di suggeritori occulti che però alla fine non ne rispondono né in sede penale, né in sede civile.
E’ notorio che sia stata io a segnalare l’anomalia del versamento dello stipendio dell’Asp durante il mio mandato parlamentare, nonostante la mia tempestiva richiesta di aspettativa; è altrettanto notorio che abbia restituito le somme erroneamente versate; e infine, la somma in questione è inferiore a quella indicata dal giornalista, evidentemente disinformato.
In tutti questi anni ho subito attacchi e aggressioni mediatiche gratuite. Ho taciuto per rispetto delle Istituzioni e della magistratura. Ma non posso accettare di essere insultata sine die e di subire ingiuste lesioni della mia onorabilità. È per questo che stavolta ho deciso di chiedere una rettifica, che sarà la prima e l’ultima, perché in futuro un confronto di questo tipo avverrà solo nelle sedi competenti. Per quanto mi riguarda, è una certezza.
Maria Grazia Laganà Fortugno

Fin qui la lettera dell'ex parlamentare Maria Grazia Laganà che abbiamo pubblicato integralmente. Ovviamente, la nostra storia personale e la nostra condotta quotidiana possono bastare a tranquillizzarla: non ci sono "terzi" che avrebbero "ispirato" la nostra nota pubblicata ieri, e chi ha la bontà di leggerci ogni giorno sa che di fronte ai fatti non guardiamo in faccia nessuno, e non esistono amici e nemici. Perché i fatti sono ostinati e quelli che mancavano nel nostro articolo sono stati riportati nella lettera della signora Laganà che, lo ripetiamo, abbiamo pubblicato integralmente. Siamo giornalisti, non ghost-writer e, quando e se sbagliamo, non sbagliamo mai in conto terzi.

Stentiamo, infine, a intravedere, nel nostro articolo qualsivoglia intento e o contenuto offensivo nei confronti della signora Laganà. Semmai, esso trae linfa dall'articolo 21 di quella Costituzione Italiana più volte richiamata nella sua lunga replica. (Gianluca Albanese)