Home In primo piano LOCRIDE CAPITALE DELLA CULTURA 2025 Slitta la prima selezione delle dieci città...

LOCRIDE CAPITALE DELLA CULTURA 2025 Slitta la prima selezione delle dieci città finaliste

211
0

di Francesca Cusumano

LOCRI – Sarebbe dovuta arrivare ieri la prima selezione delle dieci città finaliste alla candidatura di “Capitale Italiana della Cultura 2025” che lo scorso mese di settembre, hanno presentato il relativo dossier sottoposto alla valutazione di una commissione di sette esperti nella gestione dei beni culturali.

E invece dal proprio portale, il Ministero dei Beni Culturali, fa sapere che con “successiva comunicazione sarà indicato il nuovo termine temporale relativo all’esame delle candidature ammesse e alle successive fasi della procedura di selezione della Capitale Italiana della Cultura 2025, disciplinata dal decreto del segretario generale rep. n.318 del 28 aprile 2022”.

Sono quindici le città che hanno presentato al Ministero della Cultura la manifestazione di interesse al procedimento di selezione per il titolo di “Capitale Italiana della Cultura 2025”: si tratta nello specifico di Agrigento, Aosta, Assisi (Perugia), Asti, Bagnoregio (Viterbo), Città Metropolitana di Reggio Calabria, Enna, Monte Sant’Angelo (Foggia), Orvieto (Terni), Otranto (Lecce), Peccioli (Pisa), Pescina (L’Aquila), Roccasecca (Frosinone), Spoleto (Perugia) e Sulmona (L’Aquila).

Secondo quanto emerso dall’ufficio stampa del Ministero, non sarebbe stata nominata nemmeno la giuria dei sette esperti “siamo ancora in attesa della nomina del segretario – spiegano – il cambio di guardia tra il ministro uscente e quello entrante ha congelato tutto. Ci vorranno almeno un altro paio di settimane per concludere le operazioni preliminari e di conseguenza ci sarà uno slittamento”.

Un ritardo che a conti fatti, coinvolgerà i successivi passaggi della procedura: la scadenza del 20 dicembre, data nella quale le dieci città finaliste dovevano sottoporsi a un’audizione di un’ora, per presentare il progetto e rispondere al contempo, alle domande della giuria; così come probabilmente slitterà anche la data del 17 gennaio dell’anno prossimo, per la scelta del progetto vincitore.

Questo ritardo potrebbe dunque comportare la definizione della short list delle prime dieci città finaliste, al prossimo mese di dicembre.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui