Home In primo piano Siderno: il Partito Animalista Italiano propone ricorso al Prefetto contro ordinanza del...

Siderno: il Partito Animalista Italiano propone ricorso al Prefetto contro ordinanza del Comune “Affama Piccioni”

418
0

di Simona Ansani

SIDERNO – 《Ricorriamo al Prefetto contro l’ordinanza “affama piccioni”》. È quanto ci comunca il Partito Animalista Italiano tramite il suo presidente, il legale Cristiano Ceriello, di aver proposto ricorso al Prefetto contro l’ordinanza del Comune di Siderno, che il 24 febbraio scorso ha ordinato ai cittadini il divieto di somministrare in luoghi pubblici e addirittura privati, cibo o scaglie di cibo a piccioni, colombe e volatili, pena una sanzione sino a 500 euro.

《Grazie alla segnalazione del referente del Partito Animalista Italiano e nota animalista, Marilene Bonavita, siamo venuti a conoscenza della pubblicazione da parte del Comune di Siderno che meno di un mese fa, – continua nella nota Ceriello – ha disposto il divieto generale di dare cibo e assistenza alimentare a piccioni e colombe. Per il Partito Animalista Italiano si tratta di una vera e propria ordinanza “affama piccioni”, che viola non solo la maggiore giurisprudenza amministrativa dei TAR che ha annullato i divieti posti da precedenti Comuni, il Partito Animalista è già intervenuto in passato contro ordinanze che disponevano divieti poi dichiarati illegittimi e annullati. E’ per questo che – conculde il legale Cristiano Ceriello – il Partito Animalista Italiano ha deciso di proporre, come prevede il Testo Unico degli Enti Locali, ricorso al Prefetto per l’annullamento dell’ordinanza contestata. Tra gli altri, continua il Partito, questa ordinanza va anche contro il recente riconoscimento Costituzionale degli animali previsto dal nuovo art. 9 della Costituzione》.

DI SEGUITI ORDINANZA DEL COMUNE DI SIDERNO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui