Home Politica Locri, la “Manovrina” incentrata su photored e differenziata all’esame del Consiglio

Locri, la “Manovrina” incentrata su photored e differenziata all’esame del Consiglio

467
0

di Redazione (ph. Enzo Lacopo)
LOCRI – Sono quattro i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale di Locri, convocato in seduta ordinaria di prima convocazione dal presidente Miki Maio per domani, giovedì 18 novembre alle ore 16.
Dopo l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, si passerà alla ratifica della variazione del bilancio di previsione 2015 operata con la delibera di giunta numero 83 dello scorso 22 settembre. In particolare, le modifiche deliberate dalla giunta, e sottoposte all’esame del consiglio comunale di domani, riguardano, per la parte corrente, una previsione di aumento complessivo delle entrate pari a 52.000 euro: più 4.000 di entrate per diritti di rogito e più 48.000 per la riscossione delle sanzioni dal photored, ovvero il rilevatore automatico installato nei principali incroci stradali cittadini che becca in flagrante chi passa col rosso o commette infrazioni altro genere al Codice della Strada nei pressi dei semafori.
Proprio così: dall’analisi delle variazioni al bilancio di previsione 2015, si scopre che proprio il photored è uno dei due pilastri della “manovrina” fatta a settembre; l’altro è il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti, sul quale l’amministrazione comunale punta, evidentemente, parecchio, tanto da prevedere ulteriori spese per 150.000 euro (compresa la raccolta degli ingombranti, l’acquisto dei cassonetti per 50.000 euro e il servizio di spazzamento strade per 32.000) e la diminuzione delle spese di conferimento in discarica che passerebbero dagli 800.000 euro previsti ad agosto ai 650.000 euro calcolati a settembre, con una diminuzione di 150.000 euro dovuta, come spiegano le note esplicative dello schema di variazione del documento contabile (che ha ottenuto il parere favorevole del revisore dei conti) alla riduzione prevista del quantitativo di conferimento dei rifiuti “tal quale”, ovvero “indifferenziati” all’impianto di San Leo a Siderno.
Nella variazione, inoltre, sono previste 4.600 euro in più per i diritti di rogito, 6.100 euro in meno da accantonare al fondo di riserva e 5.500 euro in più per la manutenzione di ville e parchi cittadini.
Insomma, il “verde” che ispira le variazioni di spesa del bilancio di previsione fa il paio col “rosso” del photored che sta facendo entrare parecchi solidi nelle casse dell’Ente.
Tornando alla seduta di domani pomeriggio, il terzo punto all’ordine del giorno è quello relativo all’assestamento generale di bilancio e la salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2015, mentre quarto e ultimo punto è l’approvazione della relazione dell’istituto per l’infanzia abbandonata “Vincenzo Scannapieco”, da qualche settimana affidato alle cure di un commissario straordinario individuato nella persona del segretario comunale Domenico Libero Scuglia, vero e proprio “factotum” del Comune e degli Enti ad esso connessi, visto che cumula gli incarichi di Responsabile del Servizio Ragioneria dell’Ente, di commissario straordinario della Fondazione Scannapieco e, appunto, di segretario comunale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui