Home Costume e Società BOVALINO Uno studente ringrazia l’Arma dei Carabinieri: «Grazie a loro posso seguire...

BOVALINO Uno studente ringrazia l’Arma dei Carabinieri: «Grazie a loro posso seguire le lezioni on line»

135
0

R. & P.

Grazie, grazie infinite per l’ennesima opera buona fatta dall’Arma,
questa volta nei confronti della Scuola -Liceo Classico e Liceo
Artistico Locri e Liceo Artistico Siderno- e dello studente in
difficoltà Alessandro di Bovalino !
Grazie per aver consentito di portare -tramite i suoi Carabinieri- in
questo particolare periodo in cui non è consentita la mobilità da un
paese all’altro per l’azione di contrasto al coronavirus, il tablet
che la Scuola ha pensato di fornire allo studente Alessandro, un
ragazzo di ventisei anni, pieno di voglia di studiare e di migliorare
le sue conoscenze. E lo fa superandosi sempre di più, con sforzi
enormi, “lottando” contro le difficoltà fisiologiche.
La preside del Liceo Classico e Artistico di Locri , Maria Giovanna
Autelitano e la sua delegata Rosamaria Ritorto (d’intesa con gli altri
docenti di Alessandro del Liceo Artistico di Siderno),, una volta
deciso di fornire il tablet, si sono trovati di fronte al problema del
trasporto dello strumento da Locri a Bovalino, visto il divieto di
mobilità tra un paese e l’altro.
E’ stato chiesto l’aiuto all’assessore ai servizi sociali del Comune
di Bovalino Filippo Musitano che si è subito offerto di provvedere
personalmente. Ma poi -per evitare problemi di mobilità e di incappare
nelle violazioni di legge- si è pensato di chiedere al Comandante
della Compagnia di Locri, Capitano Fabrizio Macrì, che preso atto
della fondatezza del caso esposto, ha immediatamente aderito alla
richiesta, autorizzando una pattuglia dei Carabinieri di provvedere.
Cosa che è avvenuta stamattina dopo che il tecnico della scuola
Antonio Morabito ha installato la speciale applicazione.
Adesso finalmente anche Alessandro che ha ringraziato personalmente la
generosità e la sensibilità dei Carabinieri- può seguire da casa le
lezioni on line dei suoi professori alla pari degli altri studenti.

Vincenzo Logozzo
Gioiosa Jonica , giovedì 26 marzo 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui