Home Ambiente e Sanità Gi interrogativi di Rubino sull’organizzazione sanitaria Locridea

Gi interrogativi di Rubino sull’organizzazione sanitaria Locridea

32
0

DALLA CISL SAS LOCRI RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE NOTA STAMPA

LOCRI – Brancola nell’incertezza la sanità della Locride, in un momento in cui, invece, le risorse disponibili e le giuste professionalità dovevano essere impiegate sviluppando una organizzazione capace, razionalizzando la spesa e dando appropriate risposte alla domanda di salute espressa dai cittadini e di limitare la mobilità passiva.
Le Unità Operative sono sempre più carenti di personale infermieristico, medico, tecnico e gli Uffici amministrativi, quelli sopravvissuti, non sono nelle condizioni di operare con correttezza e tempestività, la condizione di stand-by organizzativo che si intravede non è per niente incoraggiante.

{loadposition articolointerno, rounded}

A fare traboccare il vaso ci ha pensato il blocco improvviso avvenuto nel mese di luglio di alcuni dirigenti dell’area amministrativa, tecnica e professionale che l’Azienda ha sempre considerato figure professionali infungibili ed utilizzato per le rilevanti capacità professionali espresse che hanno rappresentato e rappresentano un patrimonio indispensabile della macchina burocratica aziendale.
Non si riesce a comprendere perchè questi Dirigenti in servizio da quasi 15 anni, in un momento in cui il precariato viene con forte determinazione salvaguardato, vengono privati del loro diritto a lavorare anche a fronte della Legge Nazionale n 125 del 30/10/2013 che sancisce il principio che tutte le figure professionali del Servizio Sanitario Nazionale con tre anni di lavoro negli ultimi 5 anni possono essere prorogate sino al 2016.
La CISL si chiede, pertanto, in considerazione, anche, del parere sindacale già espresso a seguito di richiesta specifica dell’Azienda, di sapere come mai ancora la ASP di Reggio Calabria non abbia ancora provveduto a ratificare il reintegro dei professionisti suddetti e chiede all’Azienda un ulteriore sforzo per intraprendere un nuovo corso per consentire anche al territorio della Locride di poter usufruire di un sistema salute capace di garantire l’appropriatezza sotto il profilo medico e amministrativo .

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui