Home In primo piano SIDERNO SUPERIORE Pericoloso avvallamento sulla Provinciale 85

SIDERNO SUPERIORE Pericoloso avvallamento sulla Provinciale 85

326
0
flashsgl

di Gianluca Albanese

SIDERNO – Una situazione assai pericolosa per chi percorre la strada provinciale 85 in direzione della costa. È quanto hanno denunciato il consigliere comunale de “La nostra missione” Aldo Caccamo e il comitato pro piazza Cavone, richiamando l’attenzione sul pericoloso avvallamento presente nella corsia in direzione mare, a poche decine di metri dall’uscita del cimitero di Siderno Superiore.

Il fenomeno è causato dalla progressiva erosione del terreno sottostante, come documentato dalle foto, che progredisce verso l’interno, causando l’abbassamento della sede stradale per una larghezza di circa in metro e una lunghezza di oltre una decina, determinando una soluzione di pericolo soprattutto per i conducenti di mezzi pesanti che (specie dopo il tramonto, quando non sono visibili le barriere “new jersey” usate per segnalarlo) rischiano di ribaltarsi semplicemente “tenendo la destra”.

Insomma, si tratta di una situazione da non trascurare, tanto che ieri mattina lo stesso consigliere Caccamo (primo degli eletti nella coalizione di centrodestra alle elezioni comunali dello scorso mese di ottobre) ha avuto un proficuo colloquio nella sede distaccata di Locri degli uffici della Città Metropolitana di Reggio Calabria, con alcuni tecnici, tra cui il geometra Nicola Rodi e il dirigente del settore “Viabilità” ingegner Lorenzo Benestare. Entrambi hanno rassicurato Caccamo sulla pronta realizzazione dei lavori necessari all’eliminazione dell’insidia stradale.

Fin la segnalazione del comitato pro piazza Cavone, di cui Caccamo è presidente. Visto il precedente della strada provinciale 1, che collega la costa a Gerace e nella quale da anni è crollato un tratto di oltre dieci metri, ci si augura che l’intervento possa prevenire ulteriori danni, oltre a ripristinare il giusto assetto del manto stradale.

rbsh

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui