Home Cronaca SIDERNO Le reazioni del mondo politico all’ennesima intimidazione

SIDERNO Le reazioni del mondo politico all’ennesima intimidazione

397
0
flashsgl

di Gianluca Albanese
SIDERNO – La prima a informare la cittadinanza su quanto accaduto questa mattina è stata la sindaca Mariateresa Fragomeni che sulla propria pagina Facebook ha diffuso questo messaggio intorno alle 18.30.
“L’incendio di due mezzi del Comune apre questa settimana. È ormai evidente che siamo sotto attacco. Un attacco che per la sua continuità, non lascia spazio ad interpretazioni fantasiose o peggio negazioniste, il messaggio è chiaro: vogliono bloccare la democrazia, riportare indietro Siderno.
Non passeranno!
La nostra risposta sarà nel modo di amministrare, impermeabile ad ogni tentativo di condizionamento, in sintonia con le Istituzioni dello Stato e nell’esclusivo interesse dei cittadini e del bene comune”.


A stretto giro è arrivato il comunicato stampa del gruppo di opposizione “Siderno 2030” che ovviamente ha condannato l’accaduto e chiede la convocazione di un consiglio comunale aperto.
“Ennesimo atto contro Siderno!
E’ lo stesso Sindaco a dare la notizia: alle prime luci dell’alba sono stati dati alle fiamme, all’interno del parco automezzi del comune di Siderno, dei veicoli di proprietà comunale.
Siderno 2030 ed il suo gruppo consiliare condannano duramente l’ennesimo vile atto, che colpisce tutta e nel profondo l’intera comunità Sidernese.
Le forze sane e democratiche della Città non sono più disposte a tollerare quella che sembra essere una strategia volta a far sprofondare ancora una volta Siderno nel baratro!
Siderno non è questa!
Pertanto, chiediamo con forza la convocazione di un consiglio comunale aperto al pubblico, invitando S.E. il Prefetto di Reggio Calabria, affinché sia fatta chiarezza sulla matrice di questi fatti al fine di intraprendere, tutti assieme, le necessarie iniziative per scongiurare la reiterazione di simili atti”.
​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

flashsgl

Non sono mancati attestati di solidarietà anche dal mondo politico regionale e nazionale, che ha fatto quadrato attorno agli amministratori comunali, in particolare attorno alla sindaca Fragomeni.

“Il Partito Democratico della Calabria esprime solidarietà a Siderno ed ai suoi amministratori”.
Lo dichiara Stefano Graziano, commissario del PD della Calabria.
“L’escalation di attacchi criminali di cui è vittima la comunità, fin dall’insediamento della nuova amministrazione comunale, ci preoccupa per la tracotanza con cui si ripetono -continua Graziano- e ci impegna al fianco del sindaco Mariateresa Fragomeni, della sua giunta e dell’intero consiglio comunale, affinché la città possa tornare a respirare attraverso una gestione sana e trasparente” .

Siderno, Amalia Bruni: “Solidarietà e vicinanza alla comunità e al sindaco Fragomeni. Nessuna intimidazione potrà mai spaventare chi fa il proprio dovere. Non sarete lasciati soli”.

Amalia Bruni, leader dell’opposizione in Consiglio Regionale commenta duramente le pesanti intimidazioni avvenute nel Comune di Siderno. “Due mezzi incendiati del Comune, parcheggiati nel deposito sotto la tribuna centrale dello stadio comunale. Qualche settimana fa sono state bruciate le auto del consigliere comunale Mimmo Catalano e una busta con all’interno un proiettile è stata lasciata sul davanzale dell’ufficio elettorale. Episodi accaduti a pochi giorni dall’insediamento della nuova amministrazione guidata dal sindaco Mariateresa Fragomeni, eletta con un vasto consenso.  E’ palese che l’amministrazione si trovi sotto tiro ma chi si nasconde dietro questi atti vigliacchi non può e non deve intimidire, attendiamo con fiducia che la magistratura e le forze dell’ordine faranno chiarezza in ordine a questi episodi criminali, assicurando alla giustizia chi tenta di minare la legalità e la sicurezza. Solidarietà e affetto al sindaco Fragomeni e alla sua cittadinanza, non sono soli, hanno vicino i calabresi onesti, le Istituzioni sane e intere comunità che si battono da sempre per la legalità e per la democrazia. Nessuno dovrà mai condizionare chi amministra nell’esclusivo interesse dei cittadini e per il bene della collettività”.

Tutta la comunità del Partito Democratico si stringe attorno a Mariateresa Fragomeni e alla città di Siderno per le vili minacce ricevute dalla sindaca e dall’amministrazione. Chi minaccia con la forza il nuovo corso appena iniziato dell’amministrazione Fragomeni sarà schiacciato dalla legge. Forze dell’ordine e magistratura hanno il nostro massimo sostegno per assicurare questi balordi alla giustizia. Non permetteremo che Siderno torni nel buco nero del passato. Siderno merita un futuro lontano da intimidazioni, violenza e criminalità. Mariateresa non è sola, l’ho sentita al telefono, è una combattente e noi combatteremo con lei e con la sua amministrazione per schiacciare sul nascere ogni istinto criminale per assicurare ai sidernesi una prospettiva di legalità e trasparenza”. Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Regioni e Enti locali della Segreteria nazionale.

flashsgl

“Ferma condanna per quanto sta accadendo nella città di Siderno. Le autovetture del Comune incendiate la notte scorsa, dopo le precedenti azioni criminali dei giorni scorsi, provocano sdegno e sconcerto.

Nessun atto intimidatorio e criminale potrà avere la meglio.

È necessario fare luce su questi episodi, individuandone i colpevoli ed eventuali mandanti qualora presenti, per non fermare il percorso di legalità e, soprattutto, non ridurre la fiducia dei cittadini nelle istituzioni. 

Sono fiducioso nell’impegno delle Forze dell’ordine e degli investigatori.

Auspico una maggiore attenzione su questi episodi che rischiano, veramente, di destabilizzare la serenità e il sistema democratico di una intera comunità.

Esprimo la mia piena solidarietà e vicinanza all’Amministrazione comunale di Siderno e all’intera Comunità.

Giacomo Pietro Crinò

Il circolo del Partito Democratico di Locri esprime la sua vicinanza ed il suo sostegno alla comunità sidernese e all’amministrazione comunale, guidata da Mariateresa Fragomeni, per l’ennesimo vigliacco gesto criminale a cui è stata sottoposta.

La volontà di riscatto che la città ha dimostrato non sarà fermata da questa spregevole strategia del terrore messa in atto, la Siderno democratica non è sola.

Giuseppe Fortugno, segretario di circolo
Barbara Panetta, responsabile dell’iniziativa politica

Quanto sta accadendo a Siderno ci lascia attoniti. Questa notte la città di Siderno è stata nuovamente colpita. Questa volta a essere presi di mira due mezzi del Comune.
L’intera Assemblea dei Sindaci della Locride esprime vicinanza e solidarietà alla collega Maria Teresa Fragomeni che fin dal suo insediamento ha visto la sua comunità vittima di continui atti ignobili.
Il Presidente dell’Assemblea, Caterina Belcastro, per mercoledì prossimo alle ore 16.30 ha convocato, presso la sede del Comune di Siderno, tutti i Sindaci in segno di condanna dei vili gesti che rappresentano un attentato alla democrazia ed ai valori del vivere civile.
In tale occasione l’intera assise indosserà la fascia tricolore.

Il Presidente dell’Assemblea dei Sindaci della Locride
Caterina Belcastro

Il Presidente del Comitato dei Sindaci
Giuseppe Campisi

​«Non è tollerabile quanto sta avvenendo a Siderno dopo l’insediamento della nuova Amministrazione guidata da Mariateresa Fragomeni. Una vera e propria escalation di atti intimidatori che preoccupa, ma che non scoraggerà né il sindaco, né la sua giunta nell’andare avanti lungo la strada intrapresa dopo il lungo commissariamento».

Ad affermarlo sono i consiglieri regionali del Pd Nicola Irto, Ernesto Alecci, Franco Iacucci, Raffaele Mammoliti e Domenico Bevacqua, dopo quanto avvenuto a Siderno durante l’ultima notte e gli atti intimidatori che hanno avuto come obiettivo il sindaco Fragomeni.

«L’Amministrazione comunale di Siderno – proseguono i consiglieri del Pd – pare davvero essere sotto tiro, così come ha dichiarato il sindaco Fragomeni, e di certo occorrerà effettuare tutte le verifiche del caso e mantenere altissimo il livello di attenzione anche dal punto di vista politico. Per questo motivo abbiamo depositato una mozione in Consiglio regionale per impegnare il presidente della giunta Roberto Occhiuto ad intraprendere ogni azione utile, anche nei confronti del governo nazionale, a tutela delle istituzioni democratiche di Siderno».

Di seguito il testo della mozione.

Il Consiglio regionale:

Premesso che:

  • le recenti elezioni amministrative hanno segnato per il Comune di Siderno il ritorno a un’amministrazione regolarmente eletta, dopo alcuni anni di commissariamento;
  • negli ultimi giorni, una serie di atti intimidatori sono stati perpetrati nei confronti di esponenti politico-istituzionali e di varie sedi e infrastrutture del Comune di Siderno;
  • il nuovo sindaco, Mariateresa Fragomeni, ha affermato che l’Amministrazione si trova sotto tiro;

Impegna il  Presidente e la Giunta regionale a intraprendere ogni azione utile, anche nei confronti del Governo nazionale, a tutela delle istituzioni democratiche del Comune di Siderno».

Reggio Calabria, 15 novembre 2021

Nicola Irto

Ernesto Alecci

Franco Iacucci

Raffaele Mammoliti

Domenico Bevacqua

Il sindaco di Locri Giovanni Calabrese: «Vicini all’Amministrazione comunale sidernese e a tutti i cittadini onesti di Siderno. A testa alta e senza timore per liberare la Locride da quella parte marcia e velenosa che ha infangato la storia di un territorio bellissimo».

«Quanto sta accadendo a Siderno è molto grave e inaccettabile. Così il sindaco Calabrese commenta l’ennesimo vile episodio perpetrato a Siderno». Esprimo – dice il primo cittadino- sincera vicinanza al sindaco Maria Teresa Fragomeni e a tutta la comunità sidernese. Il percorso di risalita che la parte onesta e positiva di Siderno desidera non può e non deve subire rallentamenti a causa di uno sparuto manipolo di criminali che cercano con azioni vili e indegne di incutere timore alle istituzioni democratiche.  La ‘ndrangheta e le forze occulte e negative che tanto male hanno fatto alla Locride devono essere isolate, combattute e contrastate senza se e senza ma. Anche se il percorso è lungo e pieno di insidie non bisogna indietreggiare piuttosto fare fronte comune con la sinergia di tutte le forze positive.  L’obiettivo comune di tutte le Istituzioni è quello di liberare la Locride da quella parte marcia e velenosa che ha infangato la storia di un territorio bellissimo».


Quanto sta accadendo a Siderno, di notevole violenza, è una offesa per tutta la società civile. L’attacco alle Istituzioni, messo in opera da sconosciuti e destabilizzanti soggetti, richiede con forza una presa di distanza da parte di tutti noi, del mondo della cooperazione e del sociale, sovente avamposto di solidarietà e legalità. Alla Sindaca dottoressa Fragomeni, ed a tutti i cittadini, la cooperativa La Nostra Terra e il coordinamento territoriale Legacoop per la provincia di Reggio Calabria manifesta fattiva solidarietà e concreta disponibilità ad ontraprendere qualsiasi azione di contrasto a queste barbarie, indegne di una società civile. Voglia la città di Siderno sentirci vicini in un momento di inaudita inciviltà.

Mario Alberti

Presidente di Nostra Terra e responsabile territoriale Legacoop per la provincia di Reggio Calabria

“UN’ALTRA CALABRIA È POSSIBILE”
È trascorso poco più di un mese dalle elezioni comunali che hanno restituito una amministrazione democraticamente eletta alla città di Siderno. In questo mese sono accaduti diversi fatti inquietanti La città è sotto attacco da parte di soggetti che non vogliono un futuro democratico e di speranza per una comunità già fortemente provata. I diversi incendi dolosi che hanno colpito prima il consigliere Catalano, passando per altri apparentemente neutri, per finire con gli incendi di stanotte ai mezzi del comune dimostrano che è in atto una strategia del terrore che vuole creare paura diffusa. Sono atti di criminalità che vanno condannati da tutte le forze democratiche della città, sono atti su cui è bene che le forze dell’ordine facciano piena luce al più presto per restituire serenità ai cittadini. Io non so se questa amministrazione sarà all’altezza della sfida per cui è stata votata dai cittadini, ma so che è stata democraticamente eletta ed ha il diritto /dovere di fare scelte, così come le altre forze politiche e sociali hanno il diritto ed il dovere di condividere o di contrastare. Quello di cui non abbiamo bisogno sono i gruppi criminali che vogliono avvelenare i pozzi. Per respingere questi attacchi criminali servono atti politici chiari ed unitari, per questo propongo che venga indetto un consiglio comunale aperto dove si può fare una sintesi di denuncia unitaria.

(AGI) – Roma, 15 nov. – «Ci stringiamo attorno a Maria Teresa Fragomeni sindaca di Siderno oggetto di intimidazioni e minacce. La solidarietà di tutti noi a Maria Teresa e il sostegno al lavoro di rinnovamento che deve continuare. Il cambiamento non verrà arrestato». Lo scrive su Twitter il segretario nazionale del Pd, Enrico Letta. (AGI)

Era già chiaro sin dai precedenti atti intimidatori la gravità del pressing criminale che si è materializzato attorno all’amministrazione comunale di Siderno, subito dopo l’elezione a sindaco di Maria Teresa Fragomeni”.
Ad affermarlo è la parlamentare del PD, Enza Bruno Bossio, che aggiunge: “ll rogo di due auto in dotazione al Comune, avvenuto ieri notte, purtroppo conferma l’assoluta gravità della situazione e il dovere di alzare una barriera di protezione attorno a questa comunità esposta oltre ogni limite all’aggressività di mani criminali. Bene ha fatto – prosegue la deputata dem – il segretario nazionale del Pd a manifestare la sua solidarietà e in queste ore di inquietudine ci conforta la presenza del prefetto Massimo Mariani, che oggi pomeriggio sarà a Siderno, e al quale – nel corso di una telefonata avuta qualche ora fa – ho assicurato ogni forma di collaborazione istituzionale per segnare un impegno di tutti dalla parte di Maria Teresa Fragomeni e della sua gente. Confidiamo, inoltre , sul fatto che gli organi giudiziari e investigativi facciano rapidamente piena luce su quanto sta accadendo a Siderno”.
Enza Bruno Bossio
Deputata PD

“Gli episodi criminali che si sono verificati a Siderno sono gravissimi e inquietanti. Questa escalation di atti intimidatori ci vedrà ancor più impegnati al fianco dell’amministrazione appena insediata. Auspichiamo che la magistratura possa far luce al più presto ed esprimiamo la vicinanza del Governo alla sindaca Mariateresa Fragomeni e a tutti i cittadini, vittime di queste aggressioni che non riusciranno a inquinare il percorso di legalità e democrazia di Siderno e della Calabria. Lo Stato c’è e non si farà intimidire”. Lo dichiara la Sottosegretaria per il Sud e la Coesione territoriale Dalila Nesci.

il Circolo di Fratelli d’Italia “Tradizione e innovazione” di Siderno, di concerto con il commissario provinciale, condanna apertamente il vile e spregevole gesto oggi subito dal Comune di Siderno. Con l’incendio di due veicoli appartenenti all’ente, si è voluto inviare un chiaro messaggio alla nuova Amministrazione  su chi sia realmente a governare le sorti della città. Ebbene, il messaggio è stato inutile e vano. Siderno non si piega! A fianco della nuova amministrazione, a prescindere dal suo colore politico, si schierano apertamente tutte le forze politiche e democratiche del comprensorio e della Nazione tutta e, non in ultimo, tutti i cittadini di Siderno che desiderano ardentemente il ritorno alla normalità democratica. E’ necessario uno scatto di reni che faccia risollevare la città dal baratro in cui la si è voluta far precipitare e la forza per risollevarsi verrà data apertamente da tutti quanti, senza infingimenti, senza esitazioni, sappiatelo voi che tentate tenerci sotto il tallone della paura. Fratelli d’Italia, politicamente distante anni luce al partito che governa questa Amministrazione, certa della necessità di ripristinare la legalità e l’ordine, necessità divenuta ormai irrinunciabile, sosterrà in questo processo di riappropriazione della democrazia l’intera Amministrazione comunale. E’ ora di finirla, di voltare pagina, di “riveder le stelle”.

Fratelli d’Italia

Circolo “Tradizione e Innovazione”

Il Movimento Politico Culturale “Siderno nel Cuore” ed il gruppo Consiliare La Nostra Missione -Siderno, in merito alla spirale di violenza che stà minacciando la Comunità sidernese esprimono dure parole di condanna nei confronti degli autori di questi gesti vili ed inqualificabili che tengono sotto scacco il decorso democratico della Città.  Un fatto inquietante che opprime la vita Pubblica di una comunità che ostenta a ritrovare l’auspicata normalità. Mai in passato, si sono verificati fatti in modo reiterato e costante come adesso, un vero attacco all’Istituzione democratica.  Siffatte azioni, ledono irresponsabilmente la dignità e l’immagine di una comunità operosa costituita nella sua maggioranza da persone per bene, ad opera di un mugolo di malviventi che sopravvivono senza ragioni ai margini della società civile. Difronte a tali fenomeni bisogna reagire con determinazione e con vigore, ritrovare una forte coesione sociale e senso di unità, finalizzati ad emarginare ogni fermento o rigurgito d’illegalità che possa rappresentare insidia per nostra comunità.

Tutti insieme, siamo certi c’è la faremo ad uscire dal buio del momento e ritroveremo la luce della normalità.

                                                 Movimento Politico Culturale “Siderno nel Cuore”

Comunicato stampa la sezione Vincenzo bolognino del partito comunista di Siderno e il segretario della federazione condannano gli atti criminali perpetrati a danno del comune di Siderno tendente a intimorire gli amministratori insediatisi da pochissimo tempo . Il PC esprime la propria solidarietà agli amministratori e ai sidernesi onesti e laboriosi, che sicuramente stanno dalla parte della legalità e condannano tutti gli atti delinquenziali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui