Home In primo piano SIDERNO Giornata internazionale contro la violenza di genere, l’omaggio congiunto di Commissione...

SIDERNO Giornata internazionale contro la violenza di genere, l’omaggio congiunto di Commissione Straordinaria e Sportello Legale Antiviolenza

238
0

di Gianluca Albanese

SIDERNO – Da donne a donne. Un gesto di attenzione istituzionale, e non solo, dal grande valore simbolico nella Giornata Internazionale contro la violenza di genere.

Questa mattina, la Commissione Straordinaria al vertice del Comune di Siderno rappresentata dalla dottoressa Matilde Mulè e la responsabile dello Sportello Legale Antiviolenza, avvocato Caterina Origlia, si sono ritrovate nello slargo posto all’inizio di via Francesco Macrì accanto alla panchina rossa, simbolo e monito contro la violenza, ove l’anno scorso è stata inaugurata una fontana pubblica, per celebrare la Giornata Internazionale contro la violenza di genere.

Nella circostanza sono state deposte delle rose rosse, offerte simbolicamente a tutte le donne che in questo territorio hanno perso la vita o comunque subiscono spesso violenze fisiche o psicologiche da parte di partner, ex partner o da tutte quelle figure che avrebbero dovuto amarle.

Specie in un periodo come quello che stiamo vivendo, in cui la pandemia costringe le famiglie a casa e la convivenza forzata diventa sovente una concausa delle violenze ai danni di donne.

L’odierna celebrazione dimostra ancora una volta come la Città di Siderno sia particolarmente sensibile al tema della tutela dei soggetti più deboli, come testimonia  la pluriennale attività dello Sportello Legale Antiviolenza e la sinergia che si è subito instaurata con la Commissione Straordinaria, vicina a questo staff composto da psicologi, criminologi, e avvocati impegnati a 360° a sostegno delle categorie più fragili: non solo le donne, ma anche i figli minori risultano essere spesso vittime della cosiddetta “violenza assistita” perché assistono impotenti allo sfaldamento del nucleo familiare, subendo a loro volta danni morali spesso irreversibili.

«Nel sottolineare l’importanza di un cambio di passo culturale – dichiarano la Commissaria Mulè e l’Avvocato Origlia – in cui il femminismo diventi filosofia egualitaria e inclusiva, l’invito che viene rivolto dall’Amministrazione Comunale e dallo Sportello Antiviolenza è quello di chiedere aiuto perché aiuto verrà dato affinché, attraverso la denuncia, il muro di silenzio e di omertà che spesso si erge attorno alle donne, vada abbattuto».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui