Home Ambiente e Sanità LOTTA ALL’OBESITA’ INFANTILE L’impegno del Rotary club

LOTTA ALL’OBESITA’ INFANTILE L’impegno del Rotary club

65
0

R. & P.

McDrive

Sempre più preoccupanti sono i dati che riguardano l’obesità infantile, con un dato dell’ottobre scorso che riguarda da vicino l’Italia, dove i bambini sono i più obesi d’Europa, con numeri allarmanti in Sicilia e in Calabria. Per contrastare la malnutrizione infantile ed educare ad una sana alimentazione e all’attività sportiva il Rotary Club di Locri ha ideato per le scuole della Locride il progetto “Lotta all’Obesità infantile”.Il Leader del progetto è il maestro di arti marziali Vincenzo Ursino, responsabile “Attività Sportiva”, che vede il dottore Giuseppe Mirarchi quale responsabile “Alimentazione e Salute”, è stato presentato ieri presso l’Istituto Comprensivo di Bovalino ed è rivolto a tutte le quarte classi, per circa 104 bambini.Ideato dal maestro Ursino per i giovanissimi il progetto è stato avviato nel 2017 sotto la presidenza del dottore Francesco Asprea, nel 2018 lo ha sostenuto il presidente Giuseppe Mirarchi con il Patrocinio del “Distretto 2100 (Calabria, Campania e Territorio di Lauria)” nel 2019, ed è portato avanti anche dall’attuale presidente il dottore Giovanni Pascale. Ad oggi sono stati coinvolti 4 istituti comprensivi, quasi 300 famiglie, oltre 80 docenti scolastici, più di 50 rotariani e non.La dirigente scolastica Rosalba Antonella Zurzolo ha colto subito l’occasione per attuare il progetto rotariano, che vede come referente Maria D’Agostino e parteciperanno, tra le altre, anche gli insegnanti Luisa Primerano, Silvana Sainato, Emilio Pipicelli, Fidelis Curcuraci, Antonietta Garreffa, Antonia Spurio Fascì.Collaborano il “Rotaract Locri” e la “Rotary Fondation” con il dottore Luigi Brugnano.Il progetto si articolerà su due moduli, quello dell’attività sportiva, e quello dell’alimentazione e della salute, con i quali viene dato supporto e formazione ai bambini, genitori e docenti.L’evento finale è previsto per il 7 Febbraio con un “Caminetto” alla presenza di tutti i bambini, genitori, docenti, istituzione scolastica, rotariani, rotaractiani, ai quali verranno illustrate le varie tappe del progetto.L’importanza del progetto sta nei numeri che secondo il secondo rapporto dell’Ong Helpcode vede un bambino su tre nella fascia 6-9 anni in Italia sovrappeso o obeso, che equivale al tasso maggiore di tutta l’Europa. In tutto circa 100mila, con una prevalenza dei maschi (21%) sulle femmine (14%). A livello globale il numero di bambini di età inferiore ai cinque anni obesi o sovrappeso risulta in costante aumento e ha ormai superato quota 40 milioni, 10 milioni in più rispetto al 2000. La maglia nera nel nostro Paese va ai bambini campani (oltre il 40% sono sovrappeso e obesi), seguiti dai coetanei di Molise, Calabria, Sicilia, Basilicata e Puglia.Molte sono le campagne di sensibilizzazione che negli ultimi anni hanno cercato di coinvolgere le istituzioni politiche e sanitarie, nazionali e regionali, a considerare l’obesità come una malattia complessa e, di conseguenza, implementare iniziative concrete per contrastarne l’incremento. Il “Rotary Club di Locri” si pone tra i primi e più importanti club service ad aver ideato ed attuato un progetto che coniuga sport e salute in favore dei bambini insieme a specialisti, docenti e famiglie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui