Home In primo piano LOCRI L’Esercito avvia la campagna di vaccinazione a domicilio

LOCRI L’Esercito avvia la campagna di vaccinazione a domicilio

309
0

di Redazione

LOCRI- E’ partita stamattina l’operazione “vaccini a domicilio” da parte dell’Esercito italiano con il team sanitario che vaccinerà, come già sta facendo la Croce Rossa Comitato Riviera dei Gelsomini, i soggetti fragili e gli allettati.

Dopo la visita del Generale Pirro che ha incontrato il sindaco Giovanni Calabrese, la Giunta comunale e il presidente del Comitato dei sindaci, il sindaco di Ardore Giuseppe Campisi, il gruppo si è avviato per le vaccinazioni raggiungendo i cittadini più fragili e impossibilitati a raggiungere i centri vaccinali del territorio.

Il Generale Pirro è stato chiaro nel ricordare quanto sia importante velocizzare e  incrementare il numero dei vaccinati per poter tornare alla normalità.

“Il mio gruppo – ha detto – è a vostra disposizione, i vaccini ci sono e sono per i cittadini. Dobbiamo contrastare il Covid con tutte le nostre forze ma insieme. Abbiamo voluto fortemente essere qui nella Locride perchè possano i cittadini ritornare alla normalità ed essendo un territorio con molti soggetti fragili, abbiamo il dovere di dare loro la possibilità di ricevere il vaccino. Adotteremo – ha proseguito – varie campagne di sensibilizzazione sul territorio e si lavorerà per categoria, rispettando sempre le disposizioni ministeriali. Il nostro compito ora, è proteggere i soggetti fragili e siamo qui per loro. Ringrazio il Comune di Locri che è riuscito a coordinare e gestire la macchina organizzativa. Si parte da Locri per continuare insieme al team a raggiungere i paesi della Locride. L’obiettivo del Piano regionale della campagna di vaccinazione è quello di definire il modello organizzativo per la gestione della vaccinazione anti-Covid19. Costituisce quindi – ha concluso – lo strumento attraverso il quale si definisce il modello organizzativo della gestione del percorso vaccinale, garante del raggiungimento dei gruppi di popolazione target dell’offerta, in base alle priorità definite a livello nazionale e secondo criteri di equità, universalità, giustizia, trasparenza e correttezza”. 

Il sindaco Calabrese, coadiuvato dall’assessore alle Politiche sociali Domenica Bumbaca, ha ringraziato il Generale e come aveva avuto modo di ribadire al Colonello Zizza sabato scorso, “La Locride – ha dichiarato – vuole rialzarsi e le operazioni di vaccinazione, tutelando maggiormente i fragili, devono essere eseguite con rapidità. Ben vengano operazioni da parte dell’Esercito che supporta e rafforza il lavoro di quanti oggi, nei centri vaccinali e con le associazioni di volontariato come la Croce rossa che in pochissimo tempo ha offerto un servizio eccellente e carico di umanità, stanno lavorando per i cittadini tutti. Serve unità e collaborazione”.

La sommistrazione dei vaccini proseguirà in base ad una programmazione che verrà concordata per il territorio locrideo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui