Home In primo piano LA CIRCOLARE DEL VIMINALE “Elezioni comunali a Siderno tra il 15 ottobre...

LA CIRCOLARE DEL VIMINALE “Elezioni comunali a Siderno tra il 15 ottobre e il 15 dicembre”

603
0

di Gianluca Albanese

SIDERNO – Non si voterà a Siderno il prossimo 20 e 21 settembre per eleggere il consiglio comunale, dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose dell’agosto 2018. La circolare n° 20/2020 del Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli Affari Interni e Internazionali – Direzione Centrale per i servizi elettorali, diramata nella giornata di ieri, oltre a sancire l’adozione dei decreti di convocazione dei comizi nei comuni che, invece, andranno regolarmente al voto a settembre, tra cui Bianco, Bruzzano Zeffirio, Casignana, Pazzano e Samo, chiarisce che non rientrano nella tornata elettorale del 20 e 21 settembre le elezioni per il rinnovo degli organi nei comuni sciolti” “In cui la durata del relativo scioglimento cada nel secondo semestre del 2020” come è il caso di Siderno.

E’ lo stesso comma 10 dell’articolo 143 del Testo Unico degli Enti Locali a prescrivere che le elezioni degli enti sciolti per infiltrazioni mafiose, il cui commissariamento scade nel secondo semestre dell’anno “Si svolgeranno in un turno straordinario da tenersi tra il 15 ottobre e il 15 dicembre”.

Si dovrebbe votare regolarmente, invece, a Brancaleone e Platì, anch’essi sciolti per infiltrazioni mafiose, ma il cui scioglimento è scaduto nella prima metà dell’anno in corso.

Insomma, si allungherà questa campagna elettorale che era già iniziata a spron battuto, con conseguente ulteriore stillicidio di trattative sottotraccia e di presumibile e ossessiva richiesta del voto.

Due gli auspici che riteniamo siano condivisi dall’intera cittadinanza: il primo è che questa ulteriore attesa aiuti gli attori politici locali a compiere un ulteriore supplemento di riflessione; il secondo è che non siano necessarie altre misure draconiane per contenere la diffusione del corona virus che, ove dovesse recuperare la capacità di riprodursi e di contagiare, renderebbe l’elezione del consiglio comunale del centro più popoloso del comprensorio quasi un’utopia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui