Home Arte e Cultura Pianeta Scuola Ipsia Siderno/Locri, un presidio di cultura e istruzione professionale capace di sfornare...

Ipsia Siderno/Locri, un presidio di cultura e istruzione professionale capace di sfornare eccellenze

1284
0

SIDERNO- E’ stato un anno difficile per la scuola, anzi orribile, quello appena terminato, attraversato e condizionato dalla pandemia. Nonostante le difficoltà e le incertezze causate dall’emergenza sanitaria, l’Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato di Siderno/Locri, in tutte le sue componenti, si è sempre prodigato affinchè il diritto all’istruzione non venisse mai meno. Al termine di quest’anno scolastico il Dirigente scolastico Gaetano Pedullà ha inteso ringraziare quanti, all’interno della grande comunità educante dell’IPSIA, hanno dato e stanno continuando a dare un contributo importante per la gestione “straordinaria” del servizio di istruzione e formazione, nella perdurante situazione di emergenza, nonché per la professionalità e il senso di responsabilità di cui essi hanno dato prova, doti quest’ultime – ribadisce il Dirigente – “ che tutti  noi operatori della Scuola abbiamo il dovere di dimostrare nei confronti dei nostri Studenti”.

Vi è una grande voglia di lasciarci tutto alle spalle, come se il Covid sia stato un brutto incubo. Al tempo stessosorge spontanea una domanda: cosa si salva o cosa ci è rimasto di quest’ultimo anno scolastico? Se la risposta fosse: niente di salvabile, allora vorrebbe dire che è stato tutto tempo perso! Fortunatamente non è stato così! Lamentiamoci pure di quanto sia stato un annus horribilis, ma, al tempo stesso facciamo tesoro degli insegnamenti e di quei sentimenti di umanità che esso ci ha lasciato, per ritrovare il senso e il perché del mestiere più bello del mondo, ossia quello di insegnare, di educare ed insieme essere educati!

L’Esame di Maturità, epilogo di un percorso impegnativo, rimarrà un’esperienza indelebile per i nostri studenti, un premio alle loro fatiche oltre che la dimostrazione concreta di una prova di resilienza superata brillantemente sul campo. Nell’impossibilità di studiare in una situazione di normalità e, per molti mesi, con un apprendimento a distanza in conseguenza di una didattica di emergenza, i nostri studenti, superato il primo momento di comprensibile difficoltà, con impegno e dedizione encomiabili si sono messi a cercare il Bene della Conoscenza; all’inizio con difficoltà e, sia pur a tentoni come si fa con una piccola lanterna nel buio di una caverna, hanno esplorato e hanno saputo tirare fuori scrigni con tesori insperabili. In sostanza, non si sono persi d’animo e, lungo i sentieri della Conoscenza, hanno saputo conseguire un patrimonio di saperi e di competenze che faranno sempre parte del loro bagaglio culturale e professionale.” La vera novità di quest’anno scolastico che volge al termine è stato proprio il Diploma di Maturità conseguito da 30 studenti del c.d. Corso serale per Adulti. Tra questi, sette studenti si sono diplomati con il voto massimo di 100 su 100. A riprova del fatto che non è mai troppo tardi per riuscire a disegnare il proprio futuro su basi nuove e più soddisfacenti, sia sotto il profilo dell’inserimento lavorativo che del miglioramento professionale, se già muniti di occupazione.

Milena Lemma, Antonella Mittica, Alessandra Pasqualino, e Laura Agostino

I risultati abbastanza lusinghieri conseguiti da questa particolare tipologia di studenti hanno confermato la bontà di questa scelta operata di recente dall’IPSIA – rivelatasi davvero “vincente”- ossia la scelta di attivare i Corsi serali per Adulti, al fine di venire incontro alle esigenze di un’utenza costituita da studenti lavoratori e da quanti in passato hanno abbandonato la frequenza scolastica in qualsivoglia indirizzo di studi. Persone adulte che oggi hanno la necessità di conseguire un idoneo titolo di studio che possa agevolare il loro inserimento o migliore inquadramento nel mondo del lavoro. A tale riguardo, le iscrizioni ai Corsi serali per Adulti(di durata triennale) per gli indirizzi “Produzioni Tessili e Sartoriali”Manutenzione  e  Assistenza Tecnica” e” Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale” sono tutt’ora aperte e lo rimarranno fino alla data di inizio del prossimo anno scolastico, fissata al 20 settembre p.v.. In sostanza, i percorsi di 2^livello (un tempo denominati corsi “serali”), consentono alle Persone adulte e agli studenti lavoratori, di conseguire il Diploma dell’Istituto Professionale in tre anni, o anche meno se si è già in possesso di altro Diploma o di esperienze professionali e personali riconoscibili come crediti formativi, idonei quest’ultimi a ridurre il monte orario personalizzato per ogni studente. Tali Percorsi di studio per Adulti sono strutturati, infatti, in tre periodi: il primo periodo che corrisponde al primo biennio dell’analogo corso del diurno, il secondo periodo corrispondente al secondo biennio, il terzo periodo alla conclusiva quinta classe. Più in generale, gli esiti degli Esami di Stato, con i risultati altrettanto soddisfacenti conseguiti pure dagli studenti dei corsi diurni, ripropongono all’attenzione del contesto territoriale di riferimento la fisionomia peculiare di questa tipologia di Scuola, trattandosi di un Istituto Professionale capace di offrire un’ampia e variegata gamma di percorsi di studio e, precisamente: 8 corsi di studio ricompresi nell’ambito dell’istruzione professionale e 2 nell’ambito dell’istruzione tecnica. L’ampio ventaglio di opzioni presenti nell’offerta formativa dell’Istituto è finalizzato ad offrire corsi di studi più confacenti alle richieste del mondo del lavoro e, quindi, maggiori sbocchi occupazionali ai futuri diplomati. 

In altri termini: una scuola centrata sulla cultura del lavoro e proiettata verso il mondo del lavoro e delle professioni, idonea a formare le studentesse e gli studenti a mestieri, arti e professioni strategici per l’economia del nostro Paese, oltre che particolarmente utile per quanti decidano di proseguire gli studi nei corsi dell’istruzione tecnica superiore e nei percorsi di studio universitari.

Giuseppe Longo, Marco Iacopetta e Giorgia Caiazzo

Nella foto di copertina: Lucia D’Amico, Alessandra Loccisano, Sara Coluccio e Imane Mellah

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui