Home Costume e Società Ipsia Siderno, il 25 Gennaio Open Day con sfilata di Moda

Ipsia Siderno, il 25 Gennaio Open Day con sfilata di Moda

188
0

SIDERNO- Sabato 25 Gennaio, con inizio alle ore 16.00, l’I.P.S.I.A. di Siderno/Locri aprirà le sue porte agli allievi delle scuole secondarie di primo grado del comprensorio ed alle loro famiglie, nonché a quanti vogliano visitarne gli attrezzati laboratori e ricevere informazioni sull’offerta formativa dell’Istituto, che di anno in anno, si arricchisce di nuovi ed interessanti percorsi di studio, molto promettenti sotto il profilo dei futuri sbocchi occupazionali.

L’Open Day dell’IPSIA, con la consueta  “sfilata” di  abiti realizzati ed indossati dalle studentesse del Corso ”Produzioni tessili e sartoriali, Abbigliamento e Moda” (Industria ed Artigianato per il Made in Italy), è organizzato in concomitanza con lo svolgimento delle procedure di iscrizione telematica (in scadenza il prossimo 31 gennaio)  per la scelta dell’Istituto superiore da frequentare nel prossimo anno scolastico e per le quali la Segreteria dell’Istituto fornisce adeguato supporto.

L’Istituto intende così offrire un “saggio” delle attività formative e didattiche promosse al suo interno, far conoscere i percorsi di alternanza scuola/lavoro che in questa tipologia di scuola iniziano sin dal secondo anno di studi, ma soprattutto informare in merito agli sbocchi professionali garantiti dal conseguimento del diploma quinquennale, quest’ultimo utile pure per l’accesso ai corsi dell’Istruzione Tecnica Superiore e a qualsiasi corso di studio universitario.

Molto ricca è la dotazione laboratoriale attualmente esistente all’interno della scuola, che dispone di un’ampia gamma di dispositivi e di strumentazioni, recentemente ammodernata grazie all’impiego di fondi comunitari. L’Istituto dispone di numerosi Laboratori, ossia: Laboratori di Elettrotecnica e di Elettronica, Meccanici e di manutenzione/riparazione dell’autoveicolo, Sartoriali, Chimico-Microbiologico, Odontotecnici, di Fisica, Scientifici, Linguistici, “Fab Lab”, quest’ultimo munito di stampanti 3/D di ultima generazione, nonché Laboratori informatici e aule dotate di lavagne interattive multimediali (LIM), ed altri Ambienti di apprendimento tecnologicamente attrezzati, come la Palestra e l’Aula Magna.

L’I.P.S.I.A. di Siderno/Locri si è di fatto trasformato in un qualificato Istituto d’Istruzione Superiore (I.I.S.), con al suo interno percorsi di studio dell’Istruzione Professionale unitamente a percorsi di studi dell’Istruzione Tecnica ed ha assunto le caratteristiche di vero e proprio “polo tecnico professionale”, grazie alla presenza di nuovi indirizzi di studio finalizzati alla formazione di competenze professionali più confacenti alle richieste del mondo del lavoro. L’ampio ventaglio di opzioni, dai potenziali migliori sbocchi occupazionali, discende dall’aver ottenuto l’autorizzazione ad istituire nuovi corsi di studio, alcuni dei quali rappresentano una vera novità nel panorama scolastico del territorio di riferimento, in quanto trattasi di percorsi di studio attualmente inesistenti nel distretto scolastico nel quale ricade questo Istituto. Una delle novità più significative dell’Offerta Formativa, già in vigore nel corrente anno scolastico, è rappresentata dalla possibilità di frequentare i nuovi indirizzi di studio del settore Tecnologico (quest’ultimo rientrante nei percorsi di studi degli Istituti Tecnici), ossia: Elettronica ed Elettrotecnica -nelle sue due articolazioni: “Elettronica ed Automazione”, con sbocchi lavorativi nel settore dell’elettronica, dell’informatica, della robotica e dell’automazione industriale.

Molto articolata ed eterogenea è l’intera offerta formativa della Scuola, caratterizzata dai seguenti indirizzi di studio tipici dell’Istituto Professionale, e precisamente: 1) Manutenzione e assistenza tecnica (negli ambiti: Elettrico/Elettronico, Sistemi energetici e Meccanica; 2) Industria e artigianato per il Made in Italy (Abbigliamento e Moda); 3) Arti Ausiliarie delle Professioni Sanitarie (Odontotecnico e Ottico); a questi si aggiungono i seguenti indirizzi, ossia: 1) “Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale”, con importanti sbocchi lavorativi per il neodiplomato che sia interessato, in particolare, agli studi medico biologici delle professioni legate al mondo sanitario, le quali negli anni a venire saranno le meno interessate dalla crisi occupazionale. In sostanza: il tipo di formazione ideale per chi intende svolgere una qualsiasi professione in campo sanitario, specie nell’ambito infermieristico, farmaceutico, riabilitativo, tecnico sanitario, dell’assistenza sociale e della prevenzione (con possibili impieghi in ospedali, case di cura, strutture riabilitative e di assistenza, asili nidi, ecc.);

2)Servizi Culturali e dello Spettacolo”, corso di studi che risponde all’interesse di una parte significativa  dell’utenza scolastica verso sbocchi lavorativi tipici dell’industria audiovisiva, radiofonica, dello spettacolo e della riproduzione fotografica. Si pensi ad attività come quella di cineoperatori addetti alla produzione di cortometraggi, di spot pubblicitari, di documentari, ecc., quindi, con sbocchi lavorativi nel settore audiovisivo per la produzione di film, documentari, pubblicità, news, programmi televisivi e radiofonici e delle riprese di spettacoli o di eventi.In sostanza,tale corso di studi è finalizzato a formare un Tecnico che produce, edita e diffonde in maniera autonoma immagini e suoni, adattandoli ai diversi mezzi di comunicazione e canali di fruizione: dal cinema alla televisione, dallo smartphone al web, dai “social” all’editoria e agli spettacoli dal vivo e ogni altro evento di divulgazione culturale; 3) “Agricoltura, sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montaneche mira a far acquisire competenze relative alla produzione, valorizzazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, agroindustriali e forestali e nella gestione dei sistemi di allevamento e acquacoltura; 4) “Gestione delle acque e risanamento ambientale”, corso dalle significative potenzialità lavorative e finalizzato a formare figure professionali munite di competenze specifiche relative alla gestione delle acque, delle reti idriche e fognarie, degli impianti di depurazione, capaci di affrontare tecnicamente le problematiche relative alla salvaguardia dell’ambiente, alle attività di risanamento ed alla tutela della salute, per dare concrete risposte in termini di sostenibilità ambientale a intere aree  del nostro territorio.

Altra significativa  NOVITA’: già attivi dal corrente anno scolastico i corsi serali per Adulti negli Indirizzi: “Industria ed Artigianato per il Made in Italy “ e  “Manutenzione ed Assistenza Tecnica”,al fine di venire incontro alle esigenze di un’utenza costituita da studenti lavoratori e da quanti hanno la necessità di conseguire un idoneo titolo di studio che possa agevolare il loro inserimento o miglior inquadramento nel mondo del lavoro; dal prossimo anno scolastico sarà possibile frequentare, anche in orario serale, un nuovo corso di studi, dalle potenzialità lavorative molto ampie, ossia:Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale”. Molteplici, infatti, gli sbocchi professionali del diplomato in “Servizi per la sanità e l’assistenza sociale”. A titolo esemplificativo: all’interno delle strutture sociali in qualità di assistente sociale, operatore nei centri sociali per anziani e per persone che seguono percorsi di recupero psicologico, operatore in case di riposo, educatore di comunità e nelle case circondariali, operatore per l’integrazione sociale, operatore di consultori, assistente domiciliare e presso strutture sanitarie, pubbliche o private. Come pure nelle strutture educative in qualità di operatore per l’infanzia in asili, ludoteche, atelier per la prima infanzia, centri socio-ricreativi per minori o animatore di feste per l’infanzia e di turismo sociale. Ed anche nelle strutture sanitarie: in qualità di animatore e sostegno psicologico in ospedali/ospedali pediatrici/case di riposo. E sarà possibile svolgere (ancor di più con una laurea breve) le professioni di infermiere professionale, pediatrico, ostetrico, logopedista, puericultore, operatore neuro-psico-motorio. La preparazione maturata in tale corso di studi consentirà inoltre l’accesso a qualsiasi corso di Laurea. In particolare alle seguenti Facoltà: Scienze della Società e del Servizio Sociale (Assistente Sociale), Scienze della Formazione-Educazione, Psicologia, Sociologia, e quelle abilitanti alle professioni Sanitarie (Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, Logopedia, Fisioterapia, Dietistica, Podologia, Tecniche di Radiologia, Tecniche Audiometriche).

Tutti gli studenti che conseguono il Diploma dell’Istituto Professionale, qualunque sia l’indirizzo prescelto, oltre a poter accedere ai corsi dell’Istruzione Tecnica Superiore e a tutti i Corsi di Laurea, possono accedere ai percorsi di studio e di lavoro propedeutici all’iscrizione agli albi delle professioni tecniche. Possono altresì accedere al ruolo dell’insegnamento in qualità di Insegnante Tecnico-Pratico, nonché, sempre nell’ambito dell’istruzione pubblica o privata, al ruolo di Assistente Tecnico di Laboratorio. A conferma del fatto che la revisione degli ordinamenti dei Professionali (D.Lgs. n. 61/2017) ha inteso individuare in tale tipologia vere e proprie scuole dell’innovazione che forniscano agli studenti reali opportunità per l’ingresso nel mondo del lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui