Home Arte e Cultura IMMAGINO DUNQUE SONO Al festival di filosofia Locri è presente

IMMAGINO DUNQUE SONO Al festival di filosofia Locri è presente

240
0

LOCRI – “Immagino, dunque sono” è il tour di formazione rivolto ad insegnanti, educatori e genitori interessati a rivoluzionare il futuro dei propri bambini. Un corso in ambito educativo dedicato alla fascia d’età 0-10 anni ideato ed organizzato da Filosofia coi bambini. La tappa locrese del Tour di Filosofiacoibambini® che si sarebbe dovuta realizzare nel mese di maggio, sarà sostituita da un incontro online (in cui parteciperanno anche le regioni Puglia, Abruzzo, Basilicata, Campania e Molise) a causa della proroga delle restrizioni dovute alla situazione difficile che stiamo vivendo.

Pertanto, l’8 maggio, dalle 14.30 alle 17.30, su Skype, si terranno tre ore di formazione rivolte a insegnanti, educatori, genitori, curiosi che intendono rivoluzionare il futuro dei propri bambini. Il corso sarà tenuto dal Presidente dell’associazione Carlo Maria Cirino e sarà dedicato alla fascia d’età 0-10 anni. Inoltre, prima dell’incontro, ai partecipanti sarà spedito in omaggio il nuovo libro “Immagino dunque sono”, che costituisce il risultato di un duro lavoro di ricerca, durato 13 anni. La tappa virtuale fornisce un’occasione per conoscere da vicino l’approccio Filosofiacoibambini® e rappresenta il primo passo per collaborare al metodo. Un invito che la città di Locri ha voluto accettare con l’assessore alla pubblica istruzione, politiche sociali e cultura, Domenica Bumbaca, che parteciperà al corso.

«Abbiamo accettato sin da subito l’invito rivolto da Martina Ceravolo, in qualità di referente di zona, mettendo a disposizione gli spazi comunali per poter svolgere il corso in presenza. Purtroppo, la pandemia non ci permette ancora di poter organizzare incontri e pertanto ho ritenuto importante partecipare lo stesso al corso. Sarà un modo per conoscere questa realtà e intraprendere un percorso di sinergia con le realtà che si occupano di metodi educativi, coinvolgendo le scuole e le agenzie educative della nostra città».

«Questo evento rappresenta per me un passo molto importante – afferma la filosofa Martina Ceravolo-. La fortuna che ho avuto di studiare e lavorare a questo metodo, mi porta a ritenere che ci sia sempre più bisogno di tornare all’essenziale, ai bambini. Osservare e capire i bambini, infatti, mi ha aiutato a comprendere che molto spesso noi adulti, senza rendercene conto, impediamo il naturale sviluppo della loro immaginazione.

Ammettere, riconoscere, volere indagare la natura dei nostri errori, è il primo passo per migliorare, al fine di salvaguardare noi stessi e i bambini».Questo e molto altro è quello di cui si parlerà durante questo corso di formazione. Inutile dire che si tratta di una occasione da non perdere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui