Home Arte e Cultura FIABE PER UN NOI A Locri il festival per i più piccini

FIABE PER UN NOI A Locri il festival per i più piccini

98
0

R. & P.

“Fiabe per un Noi” è un progetto di letture e laboratori curato dalla sezione Jonica di PoP, rivolto ai bambini delle scuole primarie e a tutti gli adulti ancora capaci di sognare che comprende 17 fiabe della scrittrice emiliana Antonella Iaschi, illustrate in 115 immagini da artisti emiliani, friulani e calabresi.

Il festival con l’esposizione delle fiabe in mostra si terrà dal 23 aprile al 1 maggio a Locri presso la Fondazione Zappia e ospiterà oltre alle letture dei 3 libri già editi dalla casa editrice Radici Future di Bari (in totale i libri saranno 9, uno tradotto nel linguaggio dei segni e in audiolibro), l’artista pugliese Florisa Sciannamea che presenterà il suo libro “Legalefavole e i Mistini del Pianeta Sognimisti” e i Girasoli della Locride che presenteranno la loro fiaba “Sport, Amore e Fantasia” scritta durante il laboratorio autunnale a Palazzo Nieddu messo a disposizione dall’Amministrazione di Locri.

L’inaugurazione avrà luogo sabato 23 aprile alle 18,30. La mostra terminerà il 1 maggio e, su prenotazione, sarà visitabile dalle scuole tutti i giorni. Il 28 aprile sarà presente Florisa Sciannamea che dialogherà con Filomena Drago, psicoterapeuta e scrittrice e con Antonella Iaschi, ideatrice del progetto. Un incontro moderato dal giornalista Gianluca Albanese che vedrà l’intervento dell’assessore di Locri Domenica Bumbaca. Il 30 aprile, sempre alle 18,30, il festival propone il libro dei Girasoli della Locride. Oltre alle artiste calabresi Mariella Costa e Maria Adele Longo sarà presente il fotografo friulano Villiam Covasso dalle cui foto dedicate alla natura è nata la fiaba “Se io potessi’. 

La mostra, già esposta in Emilia Romagna lo scorso luglio, è stata resa possibile dalla collaborazione di PoP sezione Jonica con i Lions di Roccella che hanno commissionato alla Cooperativa Jungi Mundu di Camini le cornici per le illustrazioni. I laboratori già svolti in varie scuole calabresi e sarde sono stati curati da Antonella Iaschi, Rossella Scherl, e Carmen Bagalà.

Un progetto, dunque, che arriva a Locri grazie alla disponibilità dell’Assessorato alle politiche sociali e pari opportunità, guidato da Domenica Bumbaca e grazie a Antonino La Rosa, presidente della Fondazione Zappia che ospiterà la mostra che presenterà momenti di cultura, animazione e creatività.

Locri, 03/04/2022

Ufficio Stampa Città di Locri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui