Home Viabilità Ferrovia ionica, dal 12 febbraio un nuovo Intercity per Taranto

Ferrovia ionica, dal 12 febbraio un nuovo Intercity per Taranto

572
0

di Roberto Galati*
Il parto è stato molto lungo, ma alla fine, finalmente, il risultato è arrivato! Dal prossimo 12 febbraio, con apertura delle vendite a partire dal 9 febbraio, infatti, sarà istituta la seconda coppia di InterCity tra Reggio Calabria Centrale e Taranto via Roccella Jonica – Catanzaro Lido – Crotone, richiesta dalle associazioni dei cittadini e dei pendolari ormai da oltre due anni. Una richiesta che anche noi di Associazione Ferrovie in Calabria abbiamo sostenuto e portato avanti presso la Regione Calabria ed il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, anche se, sicuramente, a questo collegamento (comunque sia molto utile, e tra qualche rigo vedremo perchè), avremmo preferito il ripristino di un servizio diretto dalla fascia Jonica con Roma Termini o comunque sia per il Centro/Nord Italia. Ma questo è un altro argomento che affronteremo in un articolo specifico!
Andiamo subito al sodo, con la pubblicazione delle tracce orarie della nuova coppia di treni che, come sarà possibile notare, è di 6 ore e 38 minuti in senso Reggio Calabria Centrale – Taranto (non male), e di 6 ore e 58 minuti in senso Taranto – Reggio Calabria Centrale. Siamo quindi ben lontani, per fortuna, dalle 8 ore che si prevedevano qualche mese fa, anche se esistono ancora margini di miglioramento.
Ecco di seguito gli orari:

IC 564/565:
Reggio Calabria centrale partenza 7:35
Melito P.S. 7:57/7:59
Brancaleone 8:26/8:28
Bovalino 8:42/8:44
Locri 8:52/8:54
Siderno 8:59/9:01
Gioiosa Jonica 9:08/9:13
Roccella Jonica 9:19/9:21
Monasterace 9:34/9:36
Soverato 9:54/9:59
Catanzaro Lido 10:11/10:13
Cropani 10:35/10:37
Botricello 10:41/10:43
Crotone 11:10/11:14
Cirò 11:37/11:39
Cariati 11:54/11:56
Rossano Calabro 12:14/12:16
Corigliano Calabro 12:24/12:26
Sibari 12:40/12:43
Trebisacce 12:53/12:55
Policoro Tursi 13:21/13:23
Metaponto 13:38/13:40
Taranto arrivo 14:13.

IC 566/567:
Taranto partenza 13:07
Metaponto 13:38/13:40
Policoro Tursi 13:53/13:55
Trebisacce 14:21/14:23
Sibari 14:32/14:34
Corigliano Calabro 14:45/14:47
Rossano Calabro 14:54/14:56
Cariati 15:15/15:20
Cirò 15:35/15:37
Crotone 16:08/16:10
Botricello 16:47/16:49
Cropani 16:53/16:55
Catanzaro Lido 17:10/17:12
Soverato 17:24/17:29
Monasterace 18:02/18:04
Roccella Jonica 18:20/18:22
Gioiosa Jonica 18:28/18:30
Siderno 18:36/18:40
Locri 18:45/18:47
Bovalino 18:55/18:57
Brancaleone 19:11/19:15
Melito P.S. 19:35/19:37
Reggio Calabria centrale arrivo 20:05.

Come ricorderanno i “pendolari storici” della Jonica ed ovviamente gli appassionati di treni e ferrovie non solo calabresi, questi orari ricordano molto quelli del fu InterCity “Pitagora”, che in realtà collegava, in modo molto lungimirante e con interessanti coincidenze, Villa San Giovanni con Bari Centrale percorrendo appunto la linea Jonica. Ed a proposito di Bari, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Trenitalia stanno lavorando per attestare questo nuovo collegamento e quello già esistente nel capoluogo pugliese, dando quindi nuove opportunità di utilizzo a parte dei cittadini jonici. Già con questa traccia oraria, comunque, visti gli orari di arrivo e partenza sia da Reggio Calabria che da Taranto molto “appetibili” anche per le coincidenze, questa nuova coppia di treni potrà essere utile anche a viaggiatori proveniente dal versante tirrenico a nord di Reggio Calabria tramite treni regionali. Peccato invece per le coincidenze da/per Lamezia Terme Centrale a Catanzaro Lido: se esiste quella al mattino, con il treno IC 564 per Taranto (partenza IC ore 10.13, arrivo coincidenza da Lamezia alle 9.37), manca purtroppo quella alla sera per il ritorno (arrivo dell’InterCity alle 17.10 a Catanzaro Lido, partenza del Regionale per Lamezia alle 16.47 comunque non posticipabile per rispetto coincidenze con treni Regionali a Lamezia Terme Centrale). Nulla totale purtroppo per la Sibari – Cosenza, nè per l’IC di andata RC-TA (quattro ore di attesa!) nè per quello di ritorno (TA-RC, oltre un’ora di attesa), nonostante questa linea potesse essere di forte adduzione a questo nuovo collegamento InterCity. Chiaramente ricordiamo che gli orari dei treni regionali nella maggior parte dei casi sono coordinati per garantire le coincidenze a servizi della stessa tipologia, dando quindi continuità agli spostamenti già abbastanza difficoltosi dei pendolari. Prima di valutare lo spostamento di un treno regionale, per porlo in coincidenza ad un treno a lunga percorrenza, bisogna valutare attentamente quali “danni” si vanno a provocare all’utenza pendoalare che ovviamente si serve di quel treno almeno 5 giorni su 7, diversamente da chi viaggia su un treno a lunga percorrenza (nessuno prenderà il treno da Lamezia a Taranto o da Cosenza a Taranto tutti i giorni!). Per quanto riguarda le coincidenze del nuovo IC con altri treni a lunga percorrenza, segnaliamo la purtroppo non comoda coincidenza a Metaponto tra il 567 Taranto – Reggio Calabria Centrale (partenza da Metaponto alle 13.40) e l’IC 701 da Roma Termini (arrivo a Metaponto alle 12.53). In senso opposto invece la coincidenza per Roma è decisamente più comoda, poichè l’IC 564 da Reggio Calabria Centrale arriverà a Metaponto alle 13.38, ed alle 14.00 partirà l’InterCity 702 per Roma Termini.
Relativamente al trasporto regionale vogliamo comunque ricordare che la Regione Calabria, nella persona dell’Assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno, sta lavorando duramente per ottenere un nuovo importante risultato, ovvero la possibilità di far viaggiare i pendolari dotati di abbonamento regionale, a bordo dell’istituendo InterCity RC-TA e vv e quello già esistente sullo stesso percorso, ovviamente entro i confini della territorio regionale calabrese.
Non possiamo concludere questo articolo, però, senza dare un nostro parere su un problema che potrebbe porsi per il nuovo collegamento, ovvero quello del materiale rotabile. Anche in questo secondo caso, infatti, si viaggerà a bordo di vetture del trasporto regionale (nel peggiore dei casi anche a bordo delle classiche automotrici ALn668/663), pur pagando un regolare biglietto InterCity con relativa prenotazione di un posto a sedere. Noi di Associazione Ferrovie in Calabria non ci diamo per vinti e, pur essendo comunque soddisfatti per questo notevole rafforzamento dell’offerta ferroviaria sul versante Jonico, pretendiamo che si faccia l’impossibile per reperire il materiale rotabile adeguato a questa categoria di treno che, come ricordiamo, è finanziata direttamente dal Ministero delle Infastrutture e Trasporti. E’ a dir poco indecente che, in tutta Italia, non si sia stato possibile recuperare tre locomotori diesel per garantire l’effettuazione regolare di questo nuovo servizio, per lo meno con le carrozze UIC-X di prima classe, pur sempre del trasporto regionale, ma per lo meno dotate di ampi sedili, aria condizionata, prese elettriche con tavolini per PC ed ovviamente posti numerati…a differenza delle sicuramente “misere” automotrici che ormai risultano mezzi di scarsa qualità anche per un semplice treno regionale. Comunque sia, noi siamo abituati a vedere il bicchiere mezzo pieno, e questo ci dà forza nel batterci per riempirlo tutto. Chi lo vede mezzo vuoto, parte già con il piede sbagliato: ben venga perciò il raddoppio dei collegamenti Calabria – Taranto, un grande BRAVI a Regione Calabria e Ministero dei Trasporti per il risultato ottenuto, ed ora lavoriamo, seriamente e senza proclami, per renderlo un collegamento di qualità.

Roberto Galati
Associazione Ferrovie in Calabria

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui