Home Politica CAULONIA Cisl e Uil contro il sindaco Belcastro: “Preclude il futuro lavorativo...

CAULONIA Cisl e Uil contro il sindaco Belcastro: “Preclude il futuro lavorativo degli ex Lsu-Lpu”

116
0

R. & P.

McCafe
McCafe
McCafe

Dopo una serie di incontri, tra il Sindacato e l’amministrazione comunale di Caulonia, per  la stabilizzazione dei lavoratori ex lsu lpu  l’amministrazione guidata dal Sindaco Belcastro lo scorso  8 novembre  con delibera  n° 213 ha  manifestato la volontà di stabilizzare  solo 10  dei  42 lavoratori, questo e’ quanto dichiarano in una nota i Segretari provinciali Uiltemp  Stefano Princi e Cisl Fp Vincenzo Sera.

L’amministrazione guidata dal sindaco Belcastro   nonostante la possibiltà di disporre del Decreto Legislativo  75/2017 – della legge di bilancio 2019  e di usufruire, per giunta, anche  dei  contributi   regionali e ministeriali preposti  per la stabilizzazione degli stessi, , € 13.096,00 annui  per ogni lavoratore assunto  fino a quiescenza che consentono la neutralizzazione della spesa di personale, ha deciso di   rimanere sulla posizione inizialmente assunta.

 Non ci saremmo mai aspettati  da parte del Sindaco questa indifferenza, –continuano i Segretari Provinciali- proprio su una problematica  così delicata  riconosciuta ormai  a livello Nazionale ,  che certamente, a nostro avviso,  rappresenta una caduta di stile da parte  dell’amministrazione  Locrese,  oltre ad offendere  la dignità dei lavoratori e delle loro famiglie.

Per quanto ci riguarda –concludono Stefano Princi e Vicenzo Sera- faremo il possibile entro il 30 novembre,  di sensibilizzare con ogni strumento messo  a disposizione del sindacato l’ Amministrazione comunale affinche’ modifichi  la delibera di fabbisogno di personale,  che prevede la stabilizzazione  di tutti i lavoratori ex Lsu-Lpu che da anni  aspettano il proprio “turno”.

Il Segretario Provinciale Cisl/fp                                   Il Segretario Provinciale Uiltemp

       Vincenzo Sera                                                                             Stefano Princi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui