Home Ambiente e Sanità AUTISMO Angsa Calabria ricevuta in Regione

AUTISMO Angsa Calabria ricevuta in Regione

261
0

R. & P.

Nell’ incontro del 12 Gennaio 2022 presso la Cittadella Regionale “Jole Santelli” con la Vice Presidente Dott.ssa Giuseppina Princi, sono stati analizzati i Servizi per l’Autismo mettendo in evidenza i punti di forza e le criticità del SISTEMA ORGANIZZATIVO SOCIO SANITARIO DELLA REGIONE CALABRIA.

Si sottolinea con grande apprezzamento che la Vice Presidente Dott.ssa Princi ha dedicato un attento ascolto alle Esigenze, con disponibilità alla collaborazione tra l’ANGSA Calabria e l’Ufficio di Vice Presidenza il quale si è adoperato, da subito, nelle procedure di recupero di risorse economiche destinate dall’ ISS all’Autismo già stanziate per non correre il rischio di perderle.

ANGSA Calabria ha riferito alla Vice Presidente che allo stato attuale, la Calabria è tra tutte le Regioni la meglio attrezzata per i servizi sull’autismo.  Il sistema sanitario, con la sua rete territoriale prevede servizi diurni e residenziali e il recente decreto sui servizi Socio Assistenziali prevede una serie di Centri Diurni, non meglio identificati, sparsi sul tutto il territorio regionale.

Nonostante la buona programmazione, tuttavia, la Regione Calabria è in grave ritardo con i processi di accreditamento e così i servizi per le persone con autismo non sono esigibili nonostante sono garantiti dai Livelli Essenziali di assistenza così come prevede il DPCM sui Lea all’rt. 60.

Nelle more dell’Istituzione di un Tavolo Tecnico Regionale sull’Autismo con compiti di osservatore, coordinatore degli interventi educativi e riabilitativi e monitoraggio degli esiti, la Vice Presidente ha accettato favorevolmente la richiesta della partecipazione di ANGSA.

Dall’Incontro si inizia, pertanto un proficuo dialogo finalizzato ad approfondire gli argomenti indispensabili per la programmazione dei servizi per l’Autismo sul territorio Regionale e per la difesa dei diritti.

Le Richieste ritenute importanti per il superamento delle Criticità da ANGSA Calabria, sono state ulteriormente sintetizzate in alcuni punti :

– Un aggiornamento del DCA 233 del 2018   che governa i servizi sanitari, che risulta essere rigidamente ancorato sulle rette e non offre strumenti di flessibilità per rispondere ai bisogni evolutivi delle persone con Autismo ed affiancare alle residenze soluzioni abitative più autonome e sbocchi lavorativi protetti.

– Rettifica delle Linee Guida dei Servizi Sociali allo scopo di ottenere una migliore rimodulazione per la creazione di servizi diurni complementari a quelli sanitari. Questi ultimi dovrebbero avere competenza esclusiva dell’Autismo grave e i servizi socio assistenziali dovrebbero essere dedicati all’Autismo di livello 1 (lieve o moderato) con minore bisogno di supporto sanitario e farmacologico.

– Confronto costante con le associazioni.

In conclusione dell’incontro, ANGSA Calabria, esprime un ringraziamento considerando ottima l’opportunità di prossimi incontri auspicati da entrambe le parti per il futuro dell’Autismo in Calabria.

                                         ANGSA Calabria      

Vito CREA      ANGSA Reggio Calabria  
Mary NASO         ANGSA Vibo Valentia 
Katia SPADAFORA  ANGSA Cosenza
Nadia FABIANO  ANGSA Crotone
Emanuela MURACA  ANGSA Lamezia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui