Home Ambiente e Sanità Acqua a Siderno Superiore: si torna alla normalità. Le rassicurazioni dell’Osservatorio ambientale

Acqua a Siderno Superiore: si torna alla normalità. Le rassicurazioni dell’Osservatorio ambientale

119
0

di Arturo Rocca *

Con la consegna dei rapporti di prova sull’acqua erogata dalla rete pubblica all’abitato di Siderno Superiore e di località Casanova, sono scongiurate le preoccupazioni degli abitanti. Le analisi effettuate di concerto dal Comune e dalla SoriCal, con la nostra partecipazione in qualità di osservatori, hanno evidenziato che le operazioni di pulizia messe in campo sono state salutari e l’acqua erogata non presenta più alcuna criticità. I punti di prelievo sono stati, oltre che all’entrata ed all’uscita del serbatoio S. Francesco, la fontana delle scuole elementari, la fontana davanti alla chiesa di San Nicola, e per Casanova, un sito sulla via pubblica collocato tra le villette di via Zammariti.

Pertanto sulla scorta del buon riscontro analitico, il sindaco di Siderno, in data 27 gennaio, ha ritenuto opportuno revocare con apposita ordinanza, il divieto di potabilità per la località Casanova. Tuttavia   ancora vige il divieto per la contrada Garino, su cui lo staff del Servizio idrico dell’ufficio tecnico, diretto dall’ architetto Diano, unitamente all’Osservatorio si è già attivato per ricercare le cause che rendono non conforme l’acqua.

Si coglie l’occasione per ringraziare Il Sindaco, l’ing. Gangemi responsabile SoriCal, ed il personale dell’ente e della società che scrupolosamente si sono applicati per risolvere i problemi.

Ribadiamo la nostra attenta sorveglianza perché l’acqua resti una risorsa pulita e continueremo a promuovere l’uso di quella di rete contro la cattiva abitudine dell’acquisto di quella in bottiglia.

Per consultare i referti di queste ultime analisi, si invita la cittadinanza a consultare il seguente link https://acquapotabile.crowdmap.com/reports/index?sw=16.261217%2C38.288711&ne=16.261217%2C38.288711&s=1391212800&e=1454284799&z=12

*Presidente Osservatorio Ambientale Diritto per la  Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui