Gerace, il Comune aderisce alla campagna di Caterpillar "M'illumino di meno"

on . Postato in In primo piano

DAL COMUNE DI GERACE RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE NOTA STAMPA:

Anche quest’anno Gerace aderisce a “M’illumino di Meno”, la celebre campagna radiofonica sul risparmio energetico lanciata da “Caterpillar” (Radio2), giunta ormai alla sua nona edizione.

L’idea alla base di “M’illumino di meno” è quella di concentrare in un’intera giornata – quest’anno individuata in quella di domani, venerdì 15 febbraio – il maggior numero di azioni virtuose di razionalizzazione dei consumi, sperimentando e promuovendo le buone pratiche di riduzione degli sprechi, produzione di energia pulita, mobilità sostenibile e riduzione dei rifiuti. Nello specifico il Comune di Gerace ha aderito alla campagna – dopo il proprio “esordio” dello scorso anno – con alcune semplici ma importanti iniziative: per cominciare, il Sindaco di Gerace, Giuseppe Varacalli, invierà una lettera aperta alle scuole del territorio comunale per spiegare agli studenti l’importanza dell’adesione della loro città e, soprattutto, quella del rendersi portavoce delle azioni virtuose presso le rispettive famiglie, insieme alle quali divenire attori di quanti più comportamenti virtuosi possibili. «Sono convinto – ha detto Varacalli – che i geracesi si riveleranno ancora una volta sensibili all’iniziativa e soprattutto all’adozione di pratiche volte ad un consumo sostenibile ed alla riduzione degli sprechi energetici: quello di domani rappresenta un altro piccolo passo lungo il percorso che l’Amministrazione Comunale – con l’indispensabile adesione della cittadinanza – intende proseguire anche in futuro in tema di tutela dell’ambiente e di razionalizzazione delle risorse e dei consumi». In secondo luogo, nella serata di domani il 50% dell’illuminazione pubblica dell’intero territorio comunale rimarrà spenta, come segno dell’impegno volto al risparmio energetico che, oggi più che mai, si rende impellente per tutti, istituzioni e cittadini. Inoltre, tutti i cittadini geracesi – e in particolare i gestori di attività commerciali – sono invitati ad illuminare almeno una stanza della propria abitazione o la vetrina del loro negozio con l’ausilio di una o più candele, la cui luce sia visibile dall’esterno, dalle ore 18 alle ore 19 di domani… e, magari, anche oltre! Il decalogo ufficiale di “M’illumino di Meno” – dall’esemplificativo sottotitolo di “Buone abitudini per la giornata del 15 febbraio 2013 (e anche dopo!)” – così si compone:

  1. spegnere le luci quando non servono;
  2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici;
  3. sbrinare frequentemente il frigorifero e tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria;
  4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola;
  5. se si ha troppo caldo, abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre;
  6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria
  7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne;
  8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni;
  9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni;
  10. utilizzare l’automobile il meno possibile e, se necessario, condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

L'angolo acuto

COSI ‘I CINEMA
L’espressione dialettale, particolarmente in voga tra gli over 50 del nostro comprensorio, sta ad indicare cose talmente grottesche, talmente surreali da non sembrare vere.
E il circolo del Pd di Siderno, di “cosi ‘i cinema” se ne intende. Lo scorso 3 aprile, infatti, ha preannunciato sulla propria pagina facebook ufficiale la proiezione del film di Walter Veltroni dal titolo “Quando c’era Berlinguer”, spacciandolo per un evento organizzato dallo stesso circolo.
Giusto il tempo di stropicciarci gli occhi ed esprimere un plauso ai militanti democrat sidernesi, che sebbene siano alleati di Alfano, Quagliariello e De Girolamo nel governo nazionale, hanno inteso organizzare un cineforum sulla pellicola dedicata al leader del Pci. Ma ci sbagliavamo. L’annuncio, infatti, specificava pure che il biglietto d’ingresso era di sei euro, come una proiezione normale.
In pratica, era come invitare qualcuno a cena pregandolo di portarsi da mangiare.
Ma non finisce qui.
Perché il valzer delle date e dei rinvii della proiezione, puntualmente comunicati dal solerte gestore della pagina FB del Pd di Siderno ricorda molto quello del più volte preannunciato e mai realizzato incontro pubblico a Siderno con la parlamentare Rosy Bindi.
9 aprile: è la prima data fissata, ma poi, viene rinviata “alla settimana successiva”, come riportato sulla pagina dell’evento FB.
16 aprile: è la seconda data fissata, con tanto di orari: 19.15 inizio dibattito e proiezione del film alle 20. Solo qualche ora prima la pagina FB informa del secondo rinvio.
5 maggio: potrebbe essere questa la volta buona per la proiezione, almeno stando all’ultimissimo aggiornamento. Così, almeno, si spera, visti i precedenti.
Ma accertarsi prima della possibilità di organizzare una cosa e comunicare data e ora quando si ha la certezza no, eh?
“Cosi i cinema”, appunto.