UN MARE DI SOLIDARIETA’ Dalla traversata in kayak di Natale Amato, i...

UN MARE DI SOLIDARIETA’ Dalla traversata in kayak di Natale Amato, i doni ai pazienti del reparto ospedaliero di Oncoematologia pediatrica (FotoCollage e Video ESCLUSIVI)

785
0
CONDIVIDI

Un mare di Solidarietà
di Gianluca Albanese (foto e video di Enzo Lacopo)
SIDERNO – Lo scoglio rappresentato dalle difficili condizioni della sanità calabrese non potrà mai arginare il mare di solidarietà messo in campo dall’osservatorio ambientale “Diritto per la Vita”, dall’associazione “Mediterraneo e Ambiente” e da tutte le attività commerciali e i privati cittadini che hanno contribuito a donare al reparto di Oncoematologia pediatrica degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria un personal computer, una stampante e materiale vario di cartolibreria tale da rendere più piacevole la degenza dei piccoli pazienti.
Oggi pomeriggio, nella sede del Centro Italiano di Protezione Civile si è tenuta una vera e propria festa della solidarietà e della cittadinanza attiva, procedendo alla consegna dei doni al reparto di Oncoematologia pediatrica rappresentato dalle dottoresse Francesca Ronco e Luisa Foletti.
Come si ricorderà, l’iniziativa è scaturita dalla traversata in kayak del sidernese Natale Amato, poliziotto, atleta e cittadino da sempre sensibile alle tematiche ambientali.
E’ stato proprio lui a offrire la propria testimonianza, e la genesi dell’idea di concepire un’impresa sportiva non da poco (a traversata in kayak dall’isola di Stromboli alla spiaggia di Santa Maria di Ricadi) che è stata realizzata lo scorso 12 ottobre, e che oggi, a distanza di un mese, ha dato i suoi frutti.
Amato ha spiegato che «Dopo aver subito un intervento chirurgico per l’asportazione di un tumore benigno, ho pensato che fosse giusto impegnarmi per alleviare le sofferenze di altri pazienti, e grazie alla pronta disponibilità e collaborazione manifestata dall’osservatorio ambientale “Diritto per la Vita “ e da “MedAmbiente”, abbiamo dato vita a questa iniziativa».
Appassionato, come sempre, l’intervento del presidente dell’osservatorio ambientale Arturo Rocca, che ha ricordato l’impegno dell’osservatorio nella tutela della natura, cominciando dalla salvaguarda delle bellezze del nostro territorio, dall’organizzazione di escursioni e incontri di sensibilizzazione, e dalla valorizzazione delle acque di sorgente «Che sono molto più pure e di qualità di quelle imbottigliate che compriamo nei nostri supermercati».
Anche il presidente di Medambiente Giuseppe Belcastro ha ricordato l’impegno della sua associazione e di Natale Amato in tal senso, sottolinenando l’importanza dell’educazione al rispetto della natura.
Dopo i saluti istituzionali del nuovo comandante dell’ufficio locale marittimo della Capitanieria di Porto Umberto Surace e del sindaco Pietro Fuda, è stato proiettato il reportage giornalistico realizzato dal regista Aldo Albanese con le fasi salienti della traversata, più un contenuto extra di momenti più intimi e naturali dell’impresa.
Dopo gli interventi dello skipper Dino Audino e di Pamela Agostino, moglie di Natale Amato e attivista per la tutela dell’ambiente, è intervenuta la dottoressa Filomena Zappia, dirigente dell’Osservatorio epidemiologico-Sistema flussi informativi-registro tumori dell’Asp di Reggio Calabria, che ha fornito gli ultimi dati del Registro Tumori, da poco accreditato con l’AirTum.
Quindi, si è proceduto alla consegna dei doni, con le testimonianze di gratitudine e stima agli organizzatori espresse dalle dottoresse Francesca Ronco e Luisa Foletti.
Prima della conclusione dei lavori, Arturo Rocca ha consegnato a Natale Amato una targa ricordo in memoria della lodevole iniziativa.
A breve, nel video realizzato dal nostro Enzo Lacopo, un’ampia sintesi dell’evento, coi momenti salienti della manifestazione.
FotoCollage
Un mare di Solidarietà

Un mare di Solidarietà

Un mare di Solidarietà

Un mare di Solidarietà

Un mare di Solidarietà

il Video

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO