STRATEGIA URBANA REGIONALE Al via il tavolo di negoziazione

STRATEGIA URBANA REGIONALE Al via il tavolo di negoziazione

32
0
CONDIVIDI

di ufficio stampa Giunta Regione Calabria

Si intensifica il dialogo sull’Agenda urbana regionale del POR Calabria con l’istituzione del tavolo di negoziazione con i poli urbani di Catanzaro, Reggio Calabria e Cosenza-Rende a cui la strategia affida 105 milioni di euro.

Il presidente della Regione Mario Oliverio ha presieduto, alla Cittadella regionale, il tavolo tecnico al quale hanno preso parte anche l’assessore alla Pianificazione territoriale ed urbanistica Francesco Rossi, l’assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno e i dirigenti dei Dipartimenti interessati. Il confronto sulle modalità di attuazione e sulla tempistica ha coinvolto, in sessioni consecutive, il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo e l’Assessore alle politiche europee del comune di Reggio Calabria Giuseppe Marino, accompagnati dai tecnici delle rispettive amministrazioni.

Con l’istituzione del tavolo si va speditamente verso la definizione e l’approvazione della strategia mantenendo la centralità e il protagonismo delle città che, nell’ambito dell’Agenda, sono chiamate alla selezione degli interventi secondo un approccio integrato e partecipativo in grado di assicurare un impiego efficace delle risorse.

“Diamo oggi corpo ad un importante sistema di sinergie – ha dichiarato il Presidente della Regione Mario Oliverio – tra l’amministrazione regionale e le città capoluogo calabresi. L’approccio che assumiamo per l’Agenda urbana è fondato su una visione unitaria e su un metodo di lavoro che ci consentirà in tempi brevi di individuare gli interventi da realizzare. Possiamo così evitare la polverizzazione e la disarticolazione delle azioni e garantire uno sviluppo armonico dei contesti urbani di riferimento utilizzando in maniera sinergica il complesso di risorse e strumenti a disposizione, che vadano anche oltre quelli dell’Agenda urbana, seguendo un disegno comune. Costituiremo una struttura tecnica snella che lavori alla messa a punto del quadro di riferimento e già dalla prossima settimana faremo partire gli incontri tecnici che consentano di adempiere efficacemente al cronoprogramma”.

I poli urbani di Catanzaro, Reggio Calabria e Cosenza-Rende presenteranno alla Regione la proposta di strategia definita in relazione al quadro delle risorse disponibili e attraverso un processo di concertazione negoziale condotto al tavolo che si dovrà concludere entro marzo. La Regione, con delibera di giunta, approverà il finanziamento e procederà, poi, alla designazione delle città poli urbani quali Organismi Intermedi. La selezione delle operazioni a valere su FESR e FSE dovrà avvenire entro il mese di luglio.

Gli interventi da selezionare in maniera condivisa con le comunità interessano l’efficientamento energetico, l’istruzione e la formazione, il contrasto alla povertà, e il disagio abitativo e l’inclusione sociale. Il Presidente Oliverio, nell’ottica della massima valorizzazione del dialogo con le città quale volano per lo sviluppo e la crescita di tutta la regione, ha rimarcato la necessità di far partire già dalla prossima settimana le riunioni tecniche. Già il prossimo 30 gennaio i rappresentanti delle aree urbane, che durante l’incontro hanno dimostrato apprezzamento per il metodo adottato dalla Regione, insieme ai tecnici regionali si concentreranno ulteriormente sull’approfondimento degli aspetti di governance e di ammissibilità delle ipotesi progettuali. f.d.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO