Siderno, inaugurata la Stanza delle Emozioni all’Ipsia

Siderno, inaugurata la Stanza delle Emozioni all’Ipsia

198
0
CONDIVIDI

di Antonella Scabellone

SIDERNO – E’ stata inaugurata, lo scorso 30 novembre, presso l’IPSIA di Siderno, “La stanza delle emozioni”,  un ambiente ideato e progettato per accogliere tutti i membri della comunità scolastica nella prospettiva dell’allestimento, all’interno della scuola, di uno spazio idoneo per la composizione di eventuali situazioni conflittuali e  per il recupero dell’armonia interiore, con sé stessi e con gli altri. Analogo evento si è svolto in contemporanea nelle altre scuole della provincia di Reggio Calabria che hanno aderito al progetto del Miur Dalle emozioni alla legalità”.

stanza emozioni 2

La cerimonia di inaugurazione si è svolta presso la sede centrale dell’Istituto professionale, alla presenza dell’Assessore all’Istruzione della Città metropolitana, Demetrio Marino, e del Consigliere Metropolitano,  Salvatore Fuda, entrambi ospiti della Scuola ove sono stati accolti  dal Dirigente Scolastico Gaetano Pedullà, unitamente a docenti e alunni.

47057850_844436275726783_6564967033602048000_n

marino

Gli studenti sono stati coinvolti direttamente nell’ elaborazione e nella realizzazione del progetto, a partire dalla scelta dei colori, degli arredi, delle suppellettili della stanza, con il fondamentale apporto della prof.ssa Sara Parlongo, la quale ha contribuito, con la sua ben nota vena artistica, a dare un tocco di originalità a tutto l’ambiente.

manichino parlongo

 Ai ragazzi è stata data anche la possibilità di condividere le “regole della stanza”, nell’ intento di fargli sentire come proprio un luogo realizzato per esprimere le loro esigenze interiori.

A spiegare cosa sia la stanza delle emozioni, e a cosa serva in una scuola, è stata la docente Marisa Martella, introdotta dalla collega Margherita Milanesio, quest’ultima pure coinvolta nell’ elaborazione del Progetto e nell’ allestimento del locale, unitamente alla Prof.ssa Elisabetta Agostino.

gruppo

La prof.ssa Martella, mediatrice professionista, ha chiarito l’importanza dell’istituto della mediazione ai fini della soluzione delle controversie, precisando come tali spazi dedicati all’espressione “delle emozioni” dovranno servire ad aiutare i ragazzi nella prevenzione dei disagi e nel superamento dei conflitti che si possono verificare in un ambiente scolastico, oltre che nella gestione delle dinamiche interpersonali, “in quanto la scuola è il luogo più consono in cui si impara ad affrontare i problemi e a gestirli.  Il conflitto – ha sottolineato la prof.ssa Martella – non va visto come una sofferenza, bensì come possibilità di ascoltarsi, di parlarsi e di trovare soluzioni”.

stanza emozioni 4

Il progetto “Dalle emozioni alla legalità”, finanziato dal Miur, ha visto coinvolte 12 scuole della Provincia di Reggio Calabria, con capofila l’ITE “Piria”di R.C., e  ha sviluppato i temi del rispetto e della tutela della Persona, dell’inclusione, della discriminazione di genere, della necessità di affermare la cultura della legalità e della lotta contro qualsiasi forma di violenza.

L’apertura delle cosiddette “stanze delle emozioni” è stato solo uno degli aspetti del variegato progetto “Civitas-percorsi possibili di legalità e diritti, che non si è concluso ma che, al contrario, continuerà a dare, in futuro, ulteriori frutti a beneficio delle comunità scolastiche coinvolte.

Ed infatti, in questo contesto, la Scuola capofila “ITE Piria “di R.C. ha curato lo svolgimento del corso di formazione per Mediatori Scolastici, destinato ai docenti in servizio nelle 12 scuole partecipanti alla Rete, tra le quali, appunto, l’IPSIA  di Siderno, quest’ultima in rappresentanza delle Istituzioni scolastiche ricadenti nella fascia di territorio ionico ricompresa tra  Reggio Calabria e  Monasterace. 

 emozioni

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO