Home Mondo animale L'ago della bilancia Se il cane abbaia non è disturbo della quiete

Se il cane abbaia non è disturbo della quiete

71
0

 

di Simona Ansani

Se gli ululati del cane non disturbano una pluralità di persone, ma solo un singolo vicino, non è configurabile il reato di disturbo alla quiete pubblica. È quanto si evince dalla sentenza della Prima Sezione della Corte di Cassazione n. 1394 (6 marzo 200).

 

{loadposition articolointerno, rounded}

 

La Suprema Corte ha affermato che affinchè vi sia disturbo alla pubblica tranquillità (art. 659 c.p.) “è necessario che i rumori siano obiettivamente idonei ad incidere negativamente sulla tranquillità di un numero indeterminato di persone”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui