ROBERTO IERACI (Nuovi Orizzonti per il Sud):”Chiesto un consiglio comunale aperto al...

ROBERTO IERACI (Nuovi Orizzonti per il Sud):”Chiesto un consiglio comunale aperto al sindaco di Portigliola”

399
0
CONDIVIDI

R.& P.

PORTIGLIOLA- “E’ necessario ristabilire la verità come valore essenziale da porre alla base di qualsiasi progetto. Troppo insinuazioni e dicerie sulla questione relativa all’arrivo di migranti  in un ex hotel cittadino che, ha creato  una situazione di confusione generalizzata”.

E’ quanto afferma in una nota  Roberto Ieraci, presidente dell’Associazione Culturale “Nuovi Orizzonti per il Sud”.

“Nonostante Portigliola sia un piccolo Comune della fascia jonica reggina, è sempre stato un esempio per il comprensorio locrideo. Bisogna concentrarsi sui reali problemi della comunità a partire dalla sistemazione del tratto di strada provinciale in località Samburi che, da due anni, versa in uno stato di pericolo nel silenzio più totale. L’ on. Alessandro Nicolò, al quale va il nostro ringraziamento, capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, si era fatto portavoce dei disagi dei cittadini portigliolesi ma il consiglio, ha respinto la sua richiesta di sistemazione della strada provinciale.  Bisogna creare nuove politiche di integrazione e di sviluppo. Per esempio, contrastare il problema dello spopolamento che ha visto un netto calo demografico a Portigliola, con l’erogazione di incentivi per le giovani coppie che si trasferiscono o rimangono stabilmente nel paese, con  bonus nominativi che  consentono di usufruire sia di beni che di servizi e non spendibili al di fuori del territorio comunale che, rappresenterebbe una boccata d’ossigeno per l’economia del posto. Abbiamo bisogno innanzitutto di dare lavoro e futuro ai nostri giovani. I dati della disoccupazione in Italia ( 13% e 40% quella giovanile) non fanno ben sperare.  Abbiamo chiesto pertanto, al sindaco Luglio, un consiglio comunale aperto per chiarire i punti in oggetto attuando quella trasparenza e responsabilità necessarie per coloro che rivestono la carica di rappresentanti della comunità.

E’ necessario fare chiarezza-continua Ieraci- per costruire un avvenire migliore per le nuovi generazioni  affinché il confronto e la lealtà vengano posti come bene primario, al contrario di certi atteggiamenti deleteri. Rinnoviamo pertanto, la nostra disponibilità, facendo appello al senso di responsabilità di tutte le forze politiche e non, dichiarandoci disponibili  a dare il nostro contributo in termini di proposte operative e di sostegno ad un’azione condivisa, al fine di cercare insieme le migliori soluzioni possibili”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO