Home Cronaca QUESTURA Continuano le attività del progetto “Scuole sicure”

QUESTURA Continuano le attività del progetto “Scuole sicure”

69
0

di Questura Reggio Calabria

Continua l’attività di prevenzione e contrasto della Polizia di Stato ai reati consumati nell’ambito dei banchi di scuola e contro i fenomeni di devianza giovanile. Massima attenzione alla prevenzione di tutti quei fenomeni che raggiungono maggiori livelli di diffusione quali il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, il bullismo e il cyber-bullismo.

Fianco a fianco ed in stretta sinergia con le Scuole della Città e della Provincia per garantire il massimo standard di legalità tra i banchi di scuola. La Polizia di Stato vuole affiancare i più giovani nel loro percorso di crescita culturale infondendo principi e valori improntati sulla legalità e sicurezza. Abbiamo già ottenuto importanti risultati e questo ci da l’entusiasmo di continuare nella nostra attività. Legalità è cultura”. Questo il commento del Questore Raffaele Grassi.  In questo quadro, in tutta la città e in Provincia vengono predisposti con cadenza settimanale settimanalmente appositi servizi in tutte le scuole di ogni ordine e grado che prevedono la presenza di personale all’esterno degli Istituti Scolastici pronti a ricevere segnalazioni in ordine ad episodi idi devianza realizzati tra i banchi.

Preziosa la presenza dei cinofili all’esterno delle scuole con l’obiettivo di verificare e bloccare sul nascere episodi di spaccio di sostanze stupefacenti.

Questi i risultati da inizio anno scolastico: 886 Istituti controllati, 2812 persone controllate, 1 sanzione amministrativa per detenzione di sostanze stupefacenti o psicotrope, 2 persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 23enne arrestato dal Commissariato di P.S. di Siderno per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti in quanto trovato in possesso di 103.5 grammi di cannabis. In totale sono stati sequestrati 220 grammi di cannabis .

Sempre attiva inoltre è l’applicazione YouPol che permette all’utente di interagire con la Polizia di Stato inviando segnalazioni, anche anonime, relative ad episodi di bullismo e spaccio di sostanze di stupefacenti.

Costante è inoltre la presenza di personale all’interno delle scuole per attività di dibattito e formazione dei giovani studenti su tematiche attuali la cui conoscenza diventa fondamentale per la lotta a fenomeni di devianza giovanile.

Reggio Calabria, 25 gennaio 2019

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui