PROCESSO “OVERLAND” La Corte d’Appello assolve tutti gli imputati

PROCESSO “OVERLAND” La Corte d’Appello assolve tutti gli imputati

982
0
CONDIVIDI

di Gianluca Albanese

REGGIO CALABRIA – Tutti assolti i principali imputato al processo d’appello “Overland” dopo la sentenza emessa questo pomeriggio dal presidente Massimo Gullino.

Accusati di associazione a delinquere internazionale finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, Cataldo Antonio detto “Papuzzella” (difeso dall’avvocato Pino Mammoliti), Zucco Domenico e Zucco Giuseppe (difesi dagli avvocati Pino Mammoliti e Adriana Bartolo) e Panetta Salvatore (difeso dall’avvocato Enzo Maio), in primo grado avevano subito pesanti condanne, dopo la sentenza pronunciata dal Tribunale di Locri il 20 luglio del 2015 dal presidente Alfredo Sicuro, che accoglieva in larga parte le richieste del Sostituto Procuratore della Dda di Reggio Calabria Antonio De Bernardo.

Oggi, invece, arriva l’assoluzione per Cataldo Antonio, Correale Giuseppe, Panetta Cosimo, Panetta Salvatore, Roa Alcantara Ivan, Zucco Domenico e Zucco Giuseppe per non aver commesso il fatto.

Queste erano state le condanne della sentenza di primo grado emessa il 20 luglio 2015 dal Tribunale di Locri:

CATALDO ANTONIO: 21 anni di reclusione

ZUCCO GIUSEPPE: 13 anni di reclusione

ZUCCO DOMENICO: 13 anni di reclusione

PANETTA SALVATORE: 22 anni di reclusione

CORREALE GIUSEPPE: 4 anni di reclusione

PANETTA COSIMO: 11 anni di reclusione

ROA ALCANTARA IVAN: 8 anni di reclusione e 40.000 euro di multa.

Condanne che, la sentenza emessa oggi dalla Corte d’Appello, azzera.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO