PALIZZI FILM FESTIVAL Il resoconto della quarta serata

PALIZZI FILM FESTIVAL Il resoconto della quarta serata

19
0
CONDIVIDI

R. & P.

Serata particolarmente briosa la quarta del “Palizzi International Film Festival”, quella dedicata a cinema, arte ed enogastronomia. Protagonisti assoluti Maurizio Mattioli e Giacomo Rizzo, due attori che, a loro modo, hanno fatto la storia del cinema italiano.
Mattioli ha parlato del suo rapporto con la Calabria, che frequenta spesso, del legame affettivo col direttore artistico del Piff Giacomo Battaglia”, dell’importanza della gavetta e del diverso fascino che hanno cinema e teatro. Nessun dubbio su chi sia stata la musa ispiratrice della sua carriera. “La mia generazione – ha detto l’attore romano che ha speso belle parole anche per Aldo Fabrizi e Mario Carotenuto – è cresciuta a pane e Alberto Sordi”.
Non da meno l’intervento di Giacomo Rizzo, napoletano doc, che ha ripercorso le tappe della sua carriera teatrale e cinematografica, con un occhio di riguardo sul suo attaccamento al grande Totò e sull’emozione di recitare con lui. La comunità ellenica “Megali Ellada”, rappresentata nell’occasione dalla presidentessa Maria Chapaloglou e dalla segretaria Luciana Ruggeri, ha omaggiato Rizzo con un attestato alla carriera e una maschera greca.
Il salotto cinematografico condotto da Sandro Vergato e Vasilica Gavrilas Burlacu ha ospitato anche il regista Lucio Bastolla e il produttore Alfonso Santaniello, soffermatisi rispettivamente sulla diversità tra cinema e teatro e sull’importanza di far lavorare insieme grandi maestri del cinema con giovani promesse.
Due le proiezioni di serata che hanno divertito il pubblico di Palizzi, entrambe siglate dal duo campano Bastolla/Santaniello ed entrambe ispirate alla dieta mediterranea: il promo del lungometraggio di prossima uscita “Passpartù – operazione doppio zero” e il film “45 good…wine”. Il primo una storia divertente che si rifà alla commedia italiana tradizionale degli anni 60/70, una sorta di elogio alla voglia di fare dei giovani che non devono mai perdere la speranza e che, se motivati, possono ottenere buoni risultati; il secondo un’alternanza di situazioni comiche e momenti conflittuali dove il filo conduttore è la promozione della regione Campania con le sue tradizioni popolari, le lavorazioni artigianali, i prodotti tipici enogastronomici e un immenso patrimonio materiale e immateriale da valorizzare. Tra una proiezione e l’altra brindisi di gruppo col vino delle cantine Nesci, definito dal sindaco Walter Scerbo fiore all’occhiello della produzione vinicola palizzese.
Non poteva mancare da parte di tutti i presenti il grande affetto verso l’amico Giacomo Battaglia, al quale è stato rivolto un augurio collettivo di pronta guarigione scandito dagli applausi del pubblico.
Stasera gran finale con la serata di gala caratterizzata dalla proiezione e premiazione dei cortometraggi vincitori delle varie categorie del concorso cinematografico. In palinsesto anche la consegna del premio “Caretta Caretta” all’attore Peppino Mazzotta, del premio “Gigi Malafarina” al giornalista Aldo Mantineo e dei “Gogol – l’oscar del sorriso” al presidente del Coni Calabria Maurizio Condipodero e al presidente dell’associazione culturale “Le Muse” Giuseppe Livoti. Per la rubrica “Profumo di libri” spazio a “Trilogia gioachimita” di Adriana Toman.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO