OSPEDALE DI LOCRI Pronto Soccorso nel caos, la denuncia dell’UIL-fPL

OSPEDALE DI LOCRI Pronto Soccorso nel caos, la denuncia dell’UIL-fPL

226
0
CONDIVIDI
R & P
La  scrivente O.S. ha  più  volte segnalato agli Organi preposti   dell’ASP di Reggio Calabria la grave situazione in cui versa la sanità  presso il Presidio Ospedaliero di  Locri ed in particolare  modo la  situazione del Pronto Soccorso che ormai  da tempo si vede  depauperata  da  personale  Medico, situazione evidenziata anche dagli Organi di stampa e anche dal primo cittadino di Locri.

Tutto  questo succede  in quanto i Medici assunti specificatamente  per l’Emergenza  Urgenza  vengono utilizzati illegittimamente  in altre  discipline, non garantendo  una  postazione  di vitale importanza, per la vita  dell’ospedale e degli stessi pazienti.
Infatti i pochi Medici rimasti in servizio presso tale Unità Operativa sono costretti ad effettuare turni massacranti con una sola Unità nel turno notturno e qualche volta si impone al medico  ( con disposizione di servizio) montante alle 14.00 di proseguire il turno fino alle ore 8.00 del giorno successivo.
Scrivente  O.S.  vuole  evidenziare, inoltre, che  l’incolumità del  personale del  Pronto Soccorso non è tutelata dalla presenza di un posto fisso delle Forze dell’Ordine ma vi è  solo una Unità di  Guardia Giurata  per  tutta  l’area ospedaliera.
Tutto quanto su esposto  è intollerabile e difforme da qualsiasi norma contrattuale e di legge .
Scrivente O.S. chiede a codesto Spettabile Ispettorato di voler intervenire con la massima urgenza ad accertare eventuali violazioni delle norme che tutelano  la sicurezza  dei lavoratori e  che  possono portare a gravi  ripercussioni anche  sull’utenza.

Il Segretario  Provinciale
*Nicola Simone

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO