OSPEDALE DI LOCRI Lettera aperta ai cittadini del primario del reparto di...

OSPEDALE DI LOCRI Lettera aperta ai cittadini del primario del reparto di Rianimazione Francesco Adamo che va in pensione

783
0
CONDIVIDI

di Redazione

LOCRI – E’ con una lettera aperta indirizzata ai cittadini della Locride, che il dottor Francesco Adamo, primario dell’unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale di Locri, a pochi giorni dal suo collocamento a riposo, rivolge i suoi ringraziamenti per l’accoglienza ricevuta in questi anni di intenso lavoro a servizio dei pazienti del presidio di contrada Verga.

«A pochi giorni dal mio collocamento a riposo – scrive Adamo – sento la necessità di rivolgere i miei più sentiti ringraziamenti per l’accoglienza di cui sono stato destinatario in questi anni di lavoro presso l’unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale di Locri. Ringrazio tutti i colleghi di lavoro (medici, infermieri, tecnici, personale ausiliario, personale amministrativo) per la stima e le attenzioni che mi hanno riservato continuamente. In particolare, ringrazio il personale tutto del reparto di Anestesia e Rianimazione che mi ha sempre dato una grande mano restando in servizio, quando necessario, oltre l’orario di lavoro o fruendo di un ridotto numero di giorni di ferie, vista la carenza di organico».

«Ringrazio – continua Adamo – i pazienti ed i loro familiari che mi hanno insegnato che è possibile vivere con dignità i momenti difficili della vita e che è possibile anche in quei momenti sorridere. Chiedo venia per tutte le volte che sono stato inadeguato rispetto a quanto chiesto dalle circostanze e per tutti gli errori commessi. L’unica certezza che ho, è di aver cercato di dare sia in termini di tempo che di disponibilità, tutto ciò che potevo e per questo sono grato alla mia famiglia che ha consentito che tutto questo accadesse».

«Spero che l’ospedale di Locri – conclude la lettera – luogo cui ho affidato la vita di mia moglie e dei miei figli sottoposti ad interventi chirurgici e curati con competenza e professionalità, possa conoscere migliori tempi.

Con gratitudine,

Francesco Adamo».

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO