Home Ambiente e Sanità OSPEDALE DI LOCRI Le rassicurazioni del primario Domenico Forte

OSPEDALE DI LOCRI Le rassicurazioni del primario Domenico Forte

536
0

R. & P.

Il Dott. Domenico Forte è il primario della Rianimazione dell’Ospedale
Spoke di Polistena e Primario pro tempore del Pronto Soccorso di
Locri, ma sopratutto riveste una carica molto delicata ed importante
-che conta con tante responsabilità- nell’ambito dell’ASP di Reggio
Calabria, è infatti il Responsabile del Dipartimento Emergenza
Urgenza.
Ieri siamo andati ad intervistarlo nel suo ufficio del Pronto Soccorso di Locri.

Vi anticipiamo alcune notizie che sono davvero interessanti ed incoraggianti.
Questo serve anche per incominciare ad alzare il livello di fiducia
negli avviliti operatori medici e utenti.
Si incomincia a costruire e ricostruire con fatti concludenti….
Le notizie infatti danno l’idea e dimostrano i movimenti di crescita
che si stanno sviluppando anche a Locri oltre che a Polistena,
Il che incomincia ad infondere fiducia negli operatori ospedalieri, ma
sopratutto nella popolazione della Locride, che sta vivendo momenti di
autentica incertezza, caratterizzata da tanta sfiducia verso la
struttura locridea, sicuramente tormentata da tante criticità, m anche
frutto di una esasperata alimentazione di notizie negative, vere ma
qualche volte esagerate dovute anche a disinformazione o mancata
informazione,

1- ELISOCCORSO, niente da preoccuparsi per le notizie di stampa che
davano la quasi immediata chiusura della struttura. Si tratta che i
Vigili del Fuoco hanno posto questioni di perfezionamento del sistema
di antincendio. Si provvederà. In settimana ci sarà il sopralluogo del
Responsabile dell’Elisoccorso Regionale ed i lavori saranno effettuati
in conformità alle richieste dei Vigili del Fuoco.

2- NUOVA SALA OPERATORIA per ortopedia. Una richiesta definita ieri
mattina in esito a un proficuo incontro del Dott. Forte con tutti i
colleghi delle specialità chirurgiche. Di conseguenza Locri, con
questa altra sala operatoria e le altre esistenti, potrà coprire
ginecologia, chirurgia, urologia, ortopedia ed oculistica.

3- RIANIMAZIONE, il posto lasciato libero dal Dott. Adamo, una
eccellenza dell’Ospedale, sarà momentaneamente affidato al Dott.
Francesco Sinopoli “giovane di ottime capacità, che sono certo
affronterà bene l’impresa di non far rimpiangere il Dott. Adamo”.

4- NOMINA RESPONSABILI PEDIATRIA MEDICINA E PRONTO SOCCORSO. D’intesa
con il Direttore dell’Ufficio Personale, utilizzando le possibilità
concesse dall’art. 18, nelle more dei concorsi, si provvederà alla
nomina di un Responsabile per la Pediatria che soffre la cronica
mancanza di un primario, nonchè un Direttore ff per la Medicina ed uno
per il Pronto Soccorso.

5- NUOVO ASCENSORE, ieri è stato collaudato un nuovo ascensore, adesso
sono tre operanti e quindi anche questo servizio non dovrebbe dare più
problemi.

6- ASSUNZIONE 30 GIOVANI INFERMIERI. Hanno preso servizio 30 giovani
infermieri che il Dott. Fortugno ha assegnato ai vari reparti secondo
le necessità.
“Con questa operazione abbiamo ringiovanito e nuovamente riempito di
giovani pieni di entusiasmo e di qualità questo Ospedale. Sono felice
perchè nessuno ci dava credito lo scorso anno quando ebbi l’onore di
condurre i colloqui per la selezione”.

7- ASSUNZIONI DI OSS. Sono stati assunti anche gli OSS e fra pochi
giorni l’ASP assumerà altri sei, di cui tre per Polistena e tre per
Locri.

8- RISOLTO IL PROBLEMA DEL CENTRO NEUROLOGICO. Risolto, come è noto,
anche se parzialmente, la problematica del Centro di Recupero
Neurologico con l’arrivo di due infermieri e di altri tre OSS nonchè
del servizio di fisiatria e fisioterapia d’intesa con il reparto
Medicina Fisica e Riabilitazione dell’Ospedale di Locri.

9- GASTROENTEROLOGIA H12 E RINFORZI IN MEDICINA. Gastroenterologia:
ora abbiamo un servizio H12 ed abbiamo mandato “rinforzi” in Medicina,
anche se questo ci ha un pò scoperto il Pronto Soccorso., anche se in
caso di necessità il personale viene a darci una mano.

SLOCCO ASSUNZIONI, COSA SUCCEDERA’. PRONTO SOCCORSO. RADIOLOGIA. TAC.
RISONANZA MAGNETICA. FIGURE PROFESSIONALI MANCANTI.RICORSO ALLE
PRESTAZIONI AGGIUNTIVE.
“Con lo sblocco delle assunzioni -dice il Dott. Forte- speriamo di
riuscire a trovare Pediatri, figure di cui siamo carenti, medici per
il Pronto Soccorso.e per la Radiologia.
Però siamo stati autorizzati dal generale Cotticelli ad utilizzare le
prestazioni aggiuntive.
Per quanto riguarda la Radiologia, fermo restando la ricerca di medici
ed operatori, quanto prima verrà installato il nuovo macchinario della
TAC ultima generazione.
Prevista pure l’installazione della Risonanza Magnetica (in corso la
gara per l’acquisto, per Locri e Polistena).
Ma il problema principale è la mancanza di radiologi.
“Abbiamo espletato tutte le procedure di assunzione, ne abbiamo
trovato due. Bisogna dire che la Commissione Straordinaria sta
sollecitando la installazione della TAC di Polistena e di Locri.
Contestualmente però dobbiamo avere chi li sappia utilizzare e
chiaramente con soli tre radiologi non possiamo fare fronte a tutta
l’attività che richiede la popolazione. Dobbiamo trovare le risorse
umane cioè gli operatori, i medici, i radiologi che li possano fare
funzionare. Questo è un problema urgente da affrontare in modo tale
che appena le apparecchiature saranno pronto per essere utilizzate c’è
anche pronto ed operativo il personale specializzato, in numero
adeguato.
“La difficoltà di trovare radiologi non è che non vogliono venire a
Locri in quanto non è appetibile, ma perchè le nostre Università
sfornano pochi specializzati.Solo nel campo del’Anestesia in Calabria
mancano almeno 100 anestesisti, immaginiamo con questa quota 100 con i
pensionamenti come faremo ad andare avanti ? Quindi non ci
scandalizziamo se richiamiamo in servizio i sanitari che sono andati
in pensione ! E’ un problema, questo, che verrà fuori specialmente
dopo il 2022 con il numero di pensionamenti che sono previsti !”

Vincenzo Logozzo
Locri, Gioiosa 17/18 maggio 2019

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui