Home In primo piano MARINA DI GIOIOSA IONICA Il bilancio parziale della Commissione Straordinaria a quattro...

MARINA DI GIOIOSA IONICA Il bilancio parziale della Commissione Straordinaria a quattro mesi dal voto

237
0
qrf

di Gianluca Albanese
MARINA DI GIOIOSA IONICA – «Ci vogliono più regole e una nuova consapevolezza del proprio ruolo di cittadini che implica diritti e doveri. Per questo lavoriamo per lasciare le cose in ordine a chi sarà chiamato ad amministrare in futuro, agendo per consolidare in maniera strutturale le finanze comunali e la situazione economico-finanziaria dell’Ente».
Con queste parole, il presidente della Commissione Straordinaria al vertice del Comune di Marina di Gioiosa Ionica, il vice prefetto Sergio Mazzia, ha riassunto il senso della conferenza stampa convocata per oggi pomeriggio nei propri uffici. Coadiuvato dal vice prefetto Marco Oteri, e dal funzionario economico-finanziario Maria Talarico, Mazzia ha inteso fare lo stato dell’arte dell’azione amministrativa della Commissione, a circa quattro mesi dal voto che ridarà alla “città del sorriso” una nuova amministrazione democraticamente eletta, e subito dopo aver approvato gli equilibri di bilancio, una decina di giorni prima della scadenza naturale del 31 luglio.
«Fra quattro mesi si torna al voto – ha detto Mazzia – e questo ci fa molto piacere. Quello che stiamo facendo insieme ai colleghi Oteri e Talarico, nell’ottica di un continuo confronto coi cittadini, non è finalizzato solo a mettere i conti in ordine nel bilancio dell’esercizio 2019, ma per avere benefici per gli anni a venire, che saranno tangibili nel bilancio pluriennale».
Il presidente ha spiegato che «Abbiamo appena acquistato un software in uso all’ufficio tecnico e a quello dei tributi, che permetterà di incrociare i dati catastali con quelli demografici, permettendo di avere un quadro chiaro della destinazione di terreni e fabbricati e poter verificare la posizione di ogni cittadino in ordine al pagamento dei tributi per Imu, occupazione suolo e pubblicità. Il tutto nel quadro di una reinternalizzazione del servizio di riscossione dei tributi, realizzabile anche avvalendoci di un lavoratore interinale per il servizio Imu e due figure professionali ex articolo 145 Tuel mediante, cioè, l’assegnazione in via temporanea, in posizione di comando o distacco, di personale amministrativo e tecnico di amministrazioni ed enti pubblici, previa intesa con gli stessi, ove occorra anche in posizione di sovraordinazione».
I DATI DELL’ESAZIONE DEI TRIBUTI
Nonostante i commissari abbiano lamentato «L’assenza di una mentalità civica diffusa», il raffronto delle percentuali di esazione di alcuni tributi rispetto agli anni precedenti appare incoraggiante.
La percentuale di riscossione del servizio idrico, infatti, è passata dal 17% del 2017 al 26% del 2018; idem per la Tari, che è passata dal 27% del 2017 al 45% dello scorso anno e che, come ha detto Mazzia «Dovrebbe ulteriormente aumentare, grazie alle autodenunce derivanti dall’acquisizione dei mastelli per la raccolta differenziata e dai maggiori controlli sui proprietari di case di nuova costruzione».
Già, la differenziata.
Secondo Mazzia «E’ stata incrementata ma ci sono ampi margini di miglioramento. Ci arriveremo perfezionando il servizio reso dal fornitore Locride Ambiente ma anche con i controlli che stiamo effettuando contro chi non ritira i mastelli e abbandona i rifiuti per strada. Abbiamo installato numerose fototrappole che ci permettono di elevare sanzioni ai trasgressori».
LE STRISCE BLU
I parcheggi a pagamento sono diventati la scelta più contestata in paese. I commissari hanno spiegato che «Si tratta di una misura necessaria a regolare meglio la viabilità e a incrementare le entrate dell’Ente. Molti cittadini originari di Marina di Gioiosa ma residenti lontano da qui, si sono complimentati per l’istituzione delle strisce blu e della raccolta differenziata dei rifiuti, proprio perché abituati a tutto ciò nelle città in cui risiedono. Va detto che, dopo il confronto con i cittadini e i commercianti, le strisce blu sono state messe solo sul lungomare e sulle vie parallele, e il corso Carlo Maria è rimasto con le strisce bianche. Diciamo che le strisce blu e la lotta all’evasione tributaria sono le due gambe su cui si fonda l’azione della nostra attività amministrativa.
GLI ALTRI FRONTI
Per quanto riguarda gli altri obiettivi che s’intende realizzare, i commissari hanno spiegato che «Abbiamo realizzato quanto avviato con la precedente amministrazione, ovvero l’efficientamento energetico della pubblica illuminazione, sottraendo altresì il “boschetto” dall’occupazione suolo da parte dei privati per lasciarlo al pieno godimento da parte dei cittadini. Nell’ottica della salvaguardia dei flussi turistici (che come si vede, non sono diminuiti) abbiamo incrementato la pulizia della spiaggia, grazie all’impiego di ex percettori di mobilità in deroga, intensificando altresì la raccolta dei rifiuti negli stabilimenti balneari. Abbiamo pure quarantamila euro da spendere per il rifacimento dei tratti stradali danneggiati e continuiamo a lavorare per affrancarci dalla fornitura di acqua dalla Sorical mediante il nuovo pozzo.
BONIFICHE E RIORDINO
I commissari hanno aggiunto che «Stiamo procedendo alla demolizione dell’ultimo box abusivo nella centralissima zona pescatori, che intendiamo bonificare totalmente, e l’ex mattatoio sarà utilizzato per accogliere i pescatori in regola con la documentazione. Grazie all’impegno dei comitati e delle associazioni, infine, si terranno regolarmente le feste in onore di San Nicola e della Madonna del Carmine, da sempre momenti fondamentali della vita di questa comunità».

McDirve
McDrive
McDrive

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui