LOCRI I ringraziamenti per il campo estivo Unitalsi

LOCRI I ringraziamenti per il campo estivo Unitalsi

44
0
CONDIVIDI

R. & P.
22-29 Luglio: La Vergine che diede al mondo la Luce Vera, quella che illumina ogni uomo, ci ha chiamati, anche quest’anno, a dire il nostro solidale “ECCOMI” per la realizzazione di una gioiosa vacanza al mare in compagnia degli amici di sempre, ospiti del centro neurologico di Locri, e dei tanti “nuovi amici” in difficoltà, che di anno in anno, sempre più numerosi, chiedono di unirsi al personale di Locri, per godere, in un clima di fraterna condivisione, qualche giorno di “normale stagione estiva”. Il campo (come ormai da undici anni) è stato realizzato “a” Roccella, anzi con “tutta” l’intera Città di Roccella che, commossi, ringraziamo. Non possiamo più permetterci di esprimere la nostra gratitudine ai soli (sempre fedeli) volontari dei primi anni, o ai soli responsabili della struttura dell’oratorio la cui spontanea accoglienza ci permette di sentirci veramente “a casa”, dato che: sacerdoti, amministrazione civica, ogni singolo cittadino, ogni ente, ogni esercizio commerciale, tutte le associazioni cattoliche, hanno combattuto una vera gara di affettuosa solidarietà. Non un grazie, invece, non si addice ad un unitalsiano ma un orgoglioso riconoscimento da parte degli anziani, ai tanti giovani che hanno dimostrato di aver aperto, nel modo giusto il loro animo alla luce della “Carità”. Quest’anno, infatti, il campo è stato “condotto” dai ragazzi dell’UNITALSI LOCRI che “chiamandosi” vicendevolmente, sono diventati sempre più numerosi; si è deciso, così, di iniziare a responsabilizzare i nuovi giovani che hanno brillantemente, superato ogni aspettativa. Intanto hanno saputo dividersi i compiti senza risparmiarsi alcuna fatica o aggirare qualsivoglia difficoltà. Hanno, anche, saputo superare, con vero spirito fraterno, gli screzi per mezzo dei quali, il maligno facendo leva sulla fragilità umana, tenta di minare i puri sentimenti di profonda amicizia. Grazie alla Madre Celeste, la “Luce Vera” ha illuminato, in questi giorni, tutti noi, indirizzando il comune operare al solo scopo di regalare qualche ora di spensieratezza a quei fratelli la cui vita è scandita più da ore buie che da ore di luce. Di cuore ringraziamo don Giovanni Piscioneri, nostro assistente: ha regalato a noi ed alla comunità di Roccella piacevoli momenti di catechesi sia durante la quanto mai gradita, Santa Messa mattutina, sia durante i tre momenti forti dell’intero campo: (la fiaccolata di apertura verso il santuario delle Grazie; la Processione Eucaristica conclusasi con la celebrazione della Santa Messa presieduta da S.E. il vescovo Mons. Oliva, che ringraziamo, la Via Lucis, con conclusione, appunto; del nostro cammino;) che egli ha fortemente voluto fossero preparati e programmati per tempo per far vivere le emozioni dei giorni del pellegrinaggio a Lourdes a quanti (malati e non) non possono recarsi alla Grotta di Massabielle. È vero abbiamo subito, a volte la severità di don Giovanni e ci ammoniva ad un comportamento tale da essere sempre, senza cedimenti, testimoni assolutamente credibili della nostra Fede, ma dobbiamo riconoscere che ( tra un rimprovero ed un elogio) ci ha veramente aiutati ad intendere le parole della preghiera che Gesù ci ha lasciato sì da recitare, con consapevolezza, il “Padre Nostro”. Programmando ogni azione dei singoli giorni (mare, giochi, gita in barca, giro in trenino, autoscontro, balli ,feste) il fine era sempre quello di disporre il cuore alla condivisione imparando a vivere da fratelli di tutti, anche di chi, nuovo nel gruppo si univa a noi per intraprendere uno stesso cammino. Con gioia, tutti siamo divenuti più consapevoli che pregare è saper stare in comunione, davanti al Padre, con Gesù vivo tra noi perché presente nelle sofferenze dei nostri amici.
UNITALSI LOCRI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO