Home Costume e Società LOCRI Dal call center alla macchina da presa. AQR con Liberi Svincoli...

LOCRI Dal call center alla macchina da presa. AQR con Liberi Svincoli per un video contro i pregiudizi

226
0

R. & P.

McCafe
McCafe
McCafe

Presentato in occasione della convention aziendale lo scorso maggio, il progetto AQR per il Sociale ha il suo primo vincitore: la sede calabrese di Locri ha visto selezionato il soggetto intitolato “Ostaggi” che verrà realizzato in collaborazione con Liberi Svincoli, l’associazione che unisce un collettivo di artisti e professionisti del mondo dello spettacolo e della comunicazione, con l’intento di realizzare cinema, teatro ed eventi a tema sociale e di impegno civile.

 Il progetto di responsabilità sociale ha raggiunto tutte le 14 sedi del Gruppo AQR, in un’ottica di coinvolgimento del nostro personale in un progetto di CSR rilevante per il territorio di appartenenza – ha sottolineato Francesco Saverio Esposito, AD di Gruppo AQR –. Crediamo molto nelle formule di partecipazione aziendale e il progetto vincitore si è distinto per originalità della storia, fattibilità realizzativa e coinvolgimento delle realtà sociali presenti sul  territorio”.
Abbiamo messo a punto un metodo di videopartecipativo che permette alle comunità di realizzare il proprio film su un tema che le riguarda da vicino. Permette di fare empowerment e creare nuove consapevolezze e visibilità – conferma Giorgia Mosca di Liberi Svincoli –. Saranno proprio i dipendenti a decidere cosa dire, come raccontare la storia e a realizzarla. Con il metodo PVCODE facciamo anche corsi di formazione per educatori per promuovere il fare cinema come strumento educativo e occasione di cambiamento.”
La collaborazione con Liberi Svincoli si svilupperà nel corso dell’estate 2019 attraverso la formazione del personale della sede di Locri che verrà introdotto nelle varie fasi di produzione di un cortometraggio (scrittura della sceneggiatura, registrazione e montaggio), che verrà poi proiettato in anteprima in occasione del Festival Internazionale del Video Partecipativo di Monza i prossimi 4/6 ottobre 2019.
Il soggetto proposto dalla sede calabrese, Ostaggi,  racconta dei pregiudizi che ci portiamo dietro e ci ricorda come soltanto l’esperienza e la conoscenza diretta possa liberare il pensiero – conclude Francesco Esposito –. Fare cinema significa anche mettersi alla prova in ruoli differenti e raccontare la realtà aziendale di AQR ripensando il nostro lavoro quotidiano”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui