LICEO “OLIVETI” DI LOCRI Venerdì 13 avrà luogo la “Notte nazionale del...

LICEO “OLIVETI” DI LOCRI Venerdì 13 avrà luogo la “Notte nazionale del liceo classico”

132
0
CONDIVIDI

di Lucia Licciardello*

LOCRI – Venerdì 13 gennaio il Liceo “Ivo Oliveti” in contemporanea con oltre trecento Licei Classici italiani, prenderà parte alla manifestazione “NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO” per promuovere e sostenere la validità formativa di questo indirizzo di studi e l’essenzialità della cultura classica nella scuola Italiana.

Il tema che animerà la serata, “Frammenti di un discorso amoroso – Una riflessione sull’amore fra filosofia letteratura arte e musica”, si propone di riflettere sull’amore, la sua forza e le sue infinite manifestazioni nel pensiero umano e nell’arte.

L’ideatore della “Notte”, giunta con grande successo alla sua terza edizione, è Rocco Schembra, docente di latino e greco del Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale, che ha voluto mobilitare i licei italiani a dar vita ad una vera e propria festa della cultura umanistica, per dimostrare la gioiosità e la bellezza di lingue considerate ingiustamente “morte”. L’evento, che ha il patrocinio del MIUR, dell’UNESCO e dell’Associazione Italiana di Cultura Classica, è riuscito a mobilitare a livello nazionale la riflessione sull’indirizzo di studi del Liceo Classico, considerato a torto superato e poco formativo.

La notte dell’Oliveti, allietata da letture, musica, proiezioni di video all’insegna della tradizione classica, comincerà alle 18, così come per tutti i licei italiani aderenti all’iniziativa. La serata sarà aperta con la lettura del I stasimo dell’Antigone di Sofocle, un inno alla grandezza dell’uomo, che ha come limite solo la morte, e si concluderà col lirismo del “Lamento di Danae” di Simonide, recitati dagli alunni del Gruppo Teatro della scuola. Tra questi due testi simbolici, i partecipanti godranno dei bei canti degli studenti del Gruppo Musica e di letture di brani tratti dal Simposio platonico, con interventi di studenti, docenti, ex studenti e amici del liceo. Prenderà parte alla manifestazione il professor Salvatore Nucera, finissimo poeta in lingua grecanica, che relazionerà sugli elementi di continuità tra il greco antico e l’attuale dialetto “greco di Calabria” e saranno recitati alcuni testi da lui composti.

A seguire, la professoressa e cantastorie Francesca Prestia incanterà il pubblico con i suoi canti in lingua grecanica, che ricalcano i modi ed i temi della tradizione lirica del greco antico.

Segnerà un momento importante della serata anche l’intervento del professor Emanuele Callegari, docente di matematica all’Università degli Studi di Tor Vergata di Roma, il quale dimostrerà quanto gli studi classici possano, data la loro logica intrinseca, predisporre gli studenti a qualsiasi percorso di studi, non escluso quello scientifico.

Vi invitiamo a prendere parte alla serata con la nostra ospitalità tipicamente magno- greca

*: docente liceo classico “Oliveti” di Locri

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO