L’Associazione animalista Ola chiede ai Comuni rispetto per i diritti degli animali

L’Associazione animalista Ola chiede ai Comuni rispetto per i diritti degli animali

182
0
CONDIVIDI

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

SIDERNO – L’associazione O.L.A. Oltre l’Arcobaleno onlus, che opera ormai da anni nella locride in difesa dei deboli, nella serata del 10 gennaio 2016, in occasione di un’Apericena, organizzata per informare i partecipanti sulla situazione emergente del randagismo e della necessità di far adottare i molti cuccioli ed i cani ritrovati abbandonati, ha siglato un accordo con l’Accademia cinofila italiana ACI Dog, a seguito del quale, tutti i cani da adottare verranno controllati ed eventualmente educati o riabilitati prima di essere dati in adozione. Appare palese che il cane abbandonato, in situazioni di estrema emergenza o rinchiuso in canile abbia subito stress e che dunque abbia bisogno di recuperare l’equilibrio di base. Inoltre, si è parlato dell’ordinanza dell’ASP di RC area veterinaria che prevede che dal primo gennaio nessuno dei canili della locride possa recuperare un randagio. A tal fine, l’Associazione O.L.A. invita tutti i cittadini a ritrovarsi compatti per chiedere nei diversi Comuni che siano rispettati i diritti non solo degli animali, ma di tutti.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO