Gente in Aspromonte, il 17 aprile Pasquetta sociale sulla neve

Gente in Aspromonte, il 17 aprile Pasquetta sociale sulla neve

159
0
CONDIVIDI
R & P
DAL PROGRAMMA ESCURSIONI 2017
I quattro elementi della natura
Il Sentiero
Pasquetta Sociale sulla neve
Una giornata da condividere con gli amici e le famiglie, accompagnati dalla consueta allegria che caratterizza
“Gente in Aspromonte”
Ore: 9.30 Raduno sulla 106 Centro commerciale Bovalino bivio per San Luca
Ore: 9,45 trasferimento in auto salendo da San Luca verso Piani Tabaccari
Ore: 11.00 partenza escursione
N.B. – Coloro che non partecipano all’escursione potranno sostare a Piani Tabaccari; per chi invece partecipa all’escursione è consigliabile avere al seguito un ricambio.
Dai dolce piani di Tabaccari, in un ambiente naturale del tutto particolare, in una giornata di fioritura primaverile, e qualche residua traccia di neve primaverile. Scopriamo insieme come si cammina, si scivola, si rotola, si gioca con la neve, sino raggiunte la vetta di Montalto che da quassù raggiunge il mare snodandosi in una straordinaria complessiva di boschi, fiumare, creste e borghi isolati.
       La pasquetta sulla neve è ormai un appuntamento irrinunciabile per i soci di “Gente in Aspromonte” e rappresenta un momento particolarmente significativo nella vita dell’Associazione in quanto è l’occasione in cui le famiglie si riuniscono nel segno della vita associativa per scaricare le tensioni quotidiane e per ritemprarsi nel fisico e nell’umore vivendo una serena giornata di divertimento in un ambiente naturale incontaminato e suggestivo.
Protagonista del paesaggio è senza dubbio l’imponente gruppo montuoso di Montalto, grazie alla neve, all’aria fresca, al rigoglio di una natura straordinaria dominata dal silenzio più assoluto, ai panorami spettacolari che Umberto Zanotti Bianco così descrisse a proposito di un’alba su questa montagna:
“Era ancora buio quando raggiungemmo la più alta cima dell’Aspromonte  (…). E d’un tratto l’aurora sfiorò con le sue dita, la cima non presentita di un’alta montagna, e la vetta nevosa dell’Etna esci da quell’ammasso pauroso di solitudini ammantata di viola (…) e sul versante del Jonio fu tutto un rivelarsi, nel pallore crepuscolare, di picchi, di colli, di immense superfici ancora velate di tenebre”.
Dopo un breve percorso mattutino, vi sarà l’occasione per condividere il piacere della tavola assaggiando le prelibatezze che ognuno ha preparato, festeggiando insieme accompagnati dalla consueta combinazione di musica e balli e con l’ormai consolidato spirito di convivialità e allegria che ci ha sempre contraddistinto durante la vita associativa.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO