FARMACIA DELL’OSPEDALE DI LOCRI Il segretario del SiNaFo smentisce l’allarme della Fp-Cgil

FARMACIA DELL’OSPEDALE DI LOCRI Il segretario del SiNaFo smentisce l’allarme della Fp-Cgil

304
0
CONDIVIDI

R. & P.

Il segretario Regionale SiNaFO, dr. Giuseppe De Marco, e il Direttore FF della farmacia dell’ospedale di Locri, dr. Ilario Simari, intendono smentire l’allarmante nota apparsa sulla stampa locale a firma del RSA FP CIGL circa la carenza di farmaci e dispositivi medici nel nosocomio cittadino.
A tutti sono note le difficoltà in cui versa la sanità regionale, ma lo scenario paventato nell’articolo non corrisponde alla realtà. Il servizio di farmacia si impegna giornalmente a garantire il mantenimento dei LEA approvvigionando farmaci e dispositivi medici per le diverse unità operative UU.OO.. Eventuali stock out di prodotti sono prontamente gestiti anche attraverso prestiti presso altre strutture sanitarie regionali.
Si fa presente che il processo di acquisto per le farmacie è regolamentato da un decreto regionale (137/2015), che individua le scorte massime da consegnare alle UU.OO.; nello stesso decreto sono sancite le responsabilità nei processi di acquisto che gravano sulle unità di Acquisizione Beni e Servizi (U. ABS).
Appare superfluo entrare nel merito dell’ampliamento del prontuario terapeutico aziendale di esclusiva competenza della Commissione Aziendale del Farmaco, così come delle procedure di gara la cui spettanza è della centrale regionale di committenza (SUA) e della già citata U. ABS..
Cosenza, 18.2.2019
dr. Giuseppe De Marco
Segretario Regionale Fassid area Si.Na.F.O.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO