EX LSU-LPU La protesta si allarga a macchia d’olio fino alla manifestazione...

EX LSU-LPU La protesta si allarga a macchia d’olio fino alla manifestazione del 12

213
0
CONDIVIDI

di Gianluca Albanese
SIDERNO – Si allarga a macchia d’olio la protesta dei lavoratori ex LSU-LPU dei comuni locridei dopo l’incontro svoltosi ieri a Lamezia Terme alla presenza del presidente della Giunta Regionale Mario Oliverio. Evidentemente, le generiche rassicurazioni fornite dal Governo nazionale, riguardo la possibilità di conferma dell’incarico anche per il 2019 non sono state sufficienti, tanto che è stata indetta, per mercoledì 12, una manifestazione nazionale di categoria al fine di assicurare un futuro a questi lavoratori che reggono la stragrande maggioranza dei Comuni.
I primi a rendere nota la decisione di proclamare lo stato di agitazione e astenersi dalle prestazioni lavorative all’interno dei comuni sono stati i lavoratori precari del Comune di Caulonia.
Dopo qualche minuto, sono arrivate le adesioni dei lavoratori di Pazzano, Stilo, Bivongi, Monasterace, Stignano e altri Comuni, le cui adesioni riportiamo qui di seguito in ordine di arrivo alla nostra redazione.
“Salve , si fa presente che anche i lavoratori contrattualizzati ex lsu /lpu del Comune di Ardore stanno aderendo allo stato di Agitazione indetto dai sindacati fino a giorno 12 con sospensione di tutti i servizi erogati dai lavoratori . Si comunica per divulgazione a mezzo stampa .
Distinti Saluti Lsu/lpu
Ardore”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO