E’ TEMPO DI REAGIRE Il movimento che fa capo a Federica Roccisano...

E’ TEMPO DI REAGIRE Il movimento che fa capo a Federica Roccisano ha discusso di pregi e difetti del Jobs Act

93
0
CONDIVIDI

R. & P.

È stato il lavoro il tema centrale dell’incontro svoltosi  Bagnara lo scorso 12 Aprile e promosso dal movimento “ È Tempo di ReAgire” , il movimento del fa capo a Federica Roccisano,.

L’incontro traeva spunto dal libro “Le Riforme Dimezzate”, scritto da Marco Leonardi, Professore di Economia Politica all’Università Statale di Milano, che ha ricoperto il ruolo di consigliere economico dei Governi Renzi e Gentiloni. Durante la serata l’autore ha potuto raccontare i punti di forza del jobs act, quelli che hanno motivato lui e gli altri componenti dello staff tecnico dei Governi targati PD, ad andare avanti nella riforma del lavoro, un tema su cui da troppo tempo in Italia non venivano apportate innovazioni e che, in seguito alla riforma, ha visto nascita e attivazione del  Jobs Act, del  Reddito di Inclusione (Rei) e dell’anticipo pensionistico (Ape) . A fare da contraltare le difficoltà sia nei confronti delle organizzazioni sindacali, troppo poco coinvolte nella fase iniziale della riforma, sia in termini di comunicazione, più centrata sulle personalità politiche del tempo che sulle innovazioni politiche, che in fine in termini di occasioni mancate, quali il sostegno alla crescita del Sud, iniziato troppo tardi durante il Governo Gentiloni , che la riduzione della povertà per la quale non c’è stato il tempo di rafforzare il Reddito di Inclusione Sociale e valutare i risultati.

Al dibattito, moderato dal Direttore della testata on line Gianluca Albanese, hanno partecipato Silvana Ruggiero, Assessore al welfare del comune di Bagnara Calabra, che si è soffermata sul tema delle fasce vulnerabili e del confronto necessario a dare risposte precise alle loro priorità, Santo Biondo, segretario generale della Uil che ha sottolineato l’importanza della concertazione sindacale, facendo esempi concreti di interventi migliorativi apportati, tra gli altri, agli strumenti pensionistici quali Ape Social e Ape Volontaria, proprio grazie alla mediazione con i sindacati. Sul Sud, Biondo è stato chiarissimo: rimarcando l’importanza di una politica vicina ai cittadini del Sud, che si faccia portavoce e risolutrice dei ritardi in termini di opportunità a danno delle Regioni del Sud.

Federica Roccisano, economista e portavoce del movimento È Tempo di ReAgire, ha posto l’accento sulle battaglie che ancora bisogna condurre per non lasciare indietro nessun lavoratore: le donne, per le quali l’introduzione di strumenti agili quali lo smart working e il welfare aziendale hanno costituito un buon punto di partenza, e, soprattutto, i giovani che spesso non hanno altra scelta che lasciare la Calabria o anche l’Italia. “È necessario- ha concluso la Roccisano – incrementare l’attenzione verso il Sud, evitando che si completi il baratto tra lega e 5 Stelle , un baratto pericoloso che ha fatto digerire ai primi uno strumento poco producente per il lavoro quale il Reddito di Cittadinanza, in cambio della realizzazione del Regionalismo differenziato che andrà in tutt’altra riduzione rispetto a quella della crescita del Sud, aumentando le differenze in termini di servizi educativi e sanitari”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO