CURA UT VALEAS Da centro di aggregazione giovanile a sede degli uffici...

CURA UT VALEAS Da centro di aggregazione giovanile a sede degli uffici del Distretto Socio Sanitario

539
0
CONDIVIDI

LOCRI – E Va be’ che è stato denominato “Cura ut valeas” (locuzione latina che significa pressapoco “fa’ in modo di star bene”) ma la destinazione cui è stato adibito il centro di aggregazione giovanile realizzato coi fondi del PON “Sicurezza per lo sviluppo” del Ministero dell’Interno appare quantomeno irrituale.

Dalla lettura della determina numero 100 dello scorso 9 giugno, firmata dal responsabile del settore Sergio Marasco, si evince infatti che «si rende necessario ed urgente procedere ad una pulizia straordinaria nel Centro Aggregazione Giovanile situato in Piazza De Gasperi di questa Città, in quanto dovranno essere allocati gli uffici del Distretto Socio Sanitario, di cui il Comune di Locri è capofila».

Fin qui la determina – va detto che non è chiaro se gli uffici del Distretto Socio Sanitario occuperanno totalmente o solo parzialmente la struttura – che dispone la pulizia urgente dei locali per i quali il Viminale, lo scorso 20 gennaio comunicava, tra l’altro, che «L’operatività e la funzionalità del Centro di Aggregazione potrà essere verificata, entro i 5 anni dalla conclusione dell’intervento, sia da parte di organismi comunitari che da parte della struttura di gestione del programma, attraverso specifiche visite di controllo in loco».

Insomma, il Ministero dell’Interno vuole capire in che modo si intende concretamente utilizzare un locale che, secondo il capitolato d’oneri emesso dallo stesso Comune di Locri, avrebbe dovuto essere composto come segue:

«1. Ingresso
Spazio destinato all’accoglienza, all’ospitalità e punto reception, inoltre è prevista la sistemazione di una sala d’attesa per gli accompagnatori dei ragazzi che devono svolgere le attività
2. Punto Informativo sull’area Giovani, Accettazione” Orientamento, (filtro verso la corte interna) 

Il locale ospiterà il personale garantirà la relazione con i ragazzi, i contatti con le famiglie e con le realtà territoriali collegate alle attività del Centro di Aggregazione Giovanile; avrà quindi funzione di accoglienza ed orientamento dei giovani in merito alla tipologia, durata e frequenza delle attività offerte dal centro.

3. Direzione/Ufficio amministrativo 

La Direzione avrà funzione di collegamento tra il Centro di Aggregazione Giovanile, l’Amministrazione Comunale, il territorio ed avrà il compito di progettare, programmare e gestire le attività del Centro insieme agli educatori.
4. Laboratorio Informatico

Il laboratorio nasce dal desiderio di educare i ragazzi all’utilizzo delle nuove tecnologie partendo dalla conoscenza informatica di base i ragazzi potranno utilizzare le attrezzature disponibili.
5. Saletta informatica
La saletta informatica è predisposta per svolgere attività didattiche assistite. Quando non impiegata per le lezioni e le esercitazioni, l’aula è a disposizione dei ragazzi per attività di studio individuali.

6. Archivio 

Il locale è destinato alla conservazione dei documenti Il locale è destinato, alla conservazione dei documenti. In particolare saranno conservate le produzioni realizzate dai ragazzi che frequentano il centro al fine di poter disporre nel tempo di tutti i prodotti realizzati (testi, elaborazioni grafiche, dipinti, registrazioni audio e video, materiali utilizzati per la formazione etc).

7. N. 2 Sale incontri/seminari/formazione 

All’interno delle sale saranno realizzati incontri, seminari e attività di formazione sul tema del diritto, della legalità e della sicurezza (che si svolgeranno all’interno del Festival del Diritto e della Legalità; manifestazione che il Comune di Locri intende avviare e proporre annualmente. Gli incontri/seminari che si svolgeranno, oltre a favorire la conoscenza di norme e leggi condivise che rendono una comunità pacifica e ben organizzata, stimoleranno e potenzieranno nei ragazzi sistemi di valori e modelli di comportamento che rifiutano la violenza. Annualmente si individueranno, e discuteranno, alcune tematiche, legate soprattutto alla realtà del territorio; in un secondo momento potranno tenersi incontri dibattito con esperti o magistrati della, Procura della Repubblica in cui le questioni poste verranno ulteriormente approfondite.

8. Ascolto dei singoli e dei gruppi 

Verranno effettuate attività di promozione di esperienze di apprendimento ,comuni ,al fine di maturare solidarietà tra i ragazzi, attraverso la creazione di gruppi di studio in cui sarà incentivata l’acquisizione di un ruolo attivo e propositivo in relazione alle proprie attitudini e competenze.
9. Attività di sostegno ed accompagnamento scolastico 

Saranno svolte attività rivolte al miglioramento del rendimento scolastico dei giovani volte a prevenire forme di dispersione scolastiche attraverso attività di approfondimento e di orientamento;

10. Proiezione film/ciclo cineforum
All’interno della sala saranno proiettati cicli di film che avranno come tematica principale la sicurezza e la legalità. L’attività ha come obiettivo educare i giovani alla comprensione del linguaggio cinematografico .e prevede la visione di film finalizzata ad una migliore conoscenza della tematica della sicurezza e della legalità.

11. Biblioteca e Sala lettura 

La biblioteca sarà aperta a tutti per garantire la lettura dei libri presenti in sede, oppure chiederli in prestito per leggerli a casa. Si potranno scegliere i libri direttamente dagli scaffali, oppure cercare un soggetto o un argomento consultando i cataloghi per autore e per materia. In particolare i libri avranno un indirizzo dedicato alla sicurezza e alla legalità. La: sala di lettura sarà principalmente destinata alla consultazione delle opere presenti in biblioteca. Compatibilmente con le disponibilità degli spazi sarà consentito l’ingresso con libri propri. Alcuni tavoli, appositamente segnalati, potranno essere riservati alla sola consultazione.

12 Deposito-magazzino 

I locali sono destinati ad accogliere diversi attrezzi e materiali da utilizzare all’interno della struttura Qualora lo si ritenga opportuno è previsto un sopralluogo presso i locali oggetto del presente bando, con l’assistenza di un tecnico incaricato dal Comune di Locri, previo appuntamento telefonico 0964.391476, 0964.391490».

Nulla da obiettare?

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO