Corte Appello di RC, annullata sorveglianza speciale illegittima

Corte Appello di RC, annullata sorveglianza speciale illegittima

802
0
CONDIVIDI

di Redazione

REGGIO CALABRIA- La Corte di Appello di Reggio Calabria – Sezione Misure di prevenzioni-, ha  annullato il  decreto  di  applicazione della  misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S., con  obbligo di soggiorno nel comune di residenza o di dimora abituale per la durata di anni tre, più la cauzione di euro 2000,00, emesso dal  Tribunale di Reggio Calabria nei confronti del  Sig. P.S.  residente in Benestare.

I Giudici di Appello hanno accolto il ricorso presentato dall’ avv.Angela Giampaolo del foro di Locri, difensore del sottoposto alla misura, che aveva sollevato  l’ eccezione preliminare di incompetenza territoriale di Reggio Calabria, evidenziando preliminarmente, tra i vari motivi di impugnazione,  che le presunte condotte pericolose più recenti accreditate al P.S. sarebbero  state poste in essere  in territorio romano (ove il P.S. è  attualmente imputato innanzi alla Corte di Appello di associazione finalizzata al traffico di sostanza stupefacenti ai sensi dell’ art. 74 del DPR 309/90) . A seguito di tali motivi la Corte di Appello ha disposto l’ annullamento del decreto impugnato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO