AUMENTO QUANTITA’ GIORNALIERE DI RIFIUTI ALL’IMPIANTO DI SIDERNO La reazione di Sinistra...

AUMENTO QUANTITA’ GIORNALIERE DI RIFIUTI ALL’IMPIANTO DI SIDERNO La reazione di Sinistra Italiana: “Basta puzza e imposizioni”

168
1
CONDIVIDI

R. & P.

Il Circolo di “Sinistra Italiana” denuncia la gravità della situazione ambientale in atto presso l’impianto TMB di Contrada San Leo.

Da alcuni giorni è ripresa la fila di grossi automezzi, carichi di rifiuti, provenienti dalle zone più disparate della Calabria, in attesa di scaricare.

Da giovedì si sente una fortissima puzza, segnalata dagli abitanti, costretti a stare dentro casa con le finestre chiuse, e avvertita anche da chi transita.

Il fetore persiste notte e giorno, con il grave pericolo per la salute pubblica e in particolare per i bambini e gli anziani.

Il ritorno della puzza  non è per caso, ma ha un nome e cognome, un mittente particolare, ossia la Regione Calabria a guida Oliverio, che ha preteso ed ottenuto l’aumento del conferimento del tonnellaggio dei rifiuti organici.

Le  visite dell’Assessore regionale ai Commissari hanno avuto l’effetto del preannuncio di quanto si sarebbe verificato con la solita passerella propagandistica, espressione tipica della vecchia e vacua politica lontana dai bisogni della gente.

Ebbene con l’Amministrazione Fuda c’era il limite di 5 tonnellate giornaliere per evitare i problemi odorigini.

Ora invece la Regione, con la nota del 3 settembre 2018, ha comunicato  di aver completato  l’attività di sostituzione del cippato e  messo in opera un telo antiodore ai carboni attivi, che avrebbe potenziato la “capacità filtrante del biofiltro”; quindi ha chiesto  di conferire fino a 35 tonnellate al giorno e 180 alla settimana.

In pratica oggi l’impianto riceve una quantità di rifiuti sei volte superiore rispetto a prima; non solo, ma tanti Comuni, dalle zone più disparate, giungono qui a portare i loro rifiuti.

Con un colpo teatrale, senza fare un’effettiva verifica, la fazione pro puzza ha indotto in errore e ottenuto quanto voluto, con gli effetti noti su quanti abitano nelle vicinanze.

Bene hanno fatto i residenti a rivolgersi all’Autorità Giudiziaria per denunciare e rimandarla all’irresponsabile e non credibile mittente.

Sinistra Italiana auspica che sia immediatamente ripristinato il limite al conferimento della frazione organica da raccolta differenziata (FORD), per una quantità media di 5 tonnellate giornaliere intesa come media settimana, fino ad un massimo di 35 tonnellate in sette giorni, dando priorità al conferimento dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata del Comune di Siderno.

Sinistra Italiana – Circolo Enrico Berlinguer – Siderno (RC)

1 commento

  1. Quando si danno notizie riguardanti l’Impianto di Trattamento dei rifiuti, bisognerebbe prima di scrivere informarsi adeguatamente . Ho letto attentamente ciò che ha scritto il Circolo di Sinistra Italiana “Berlinguer” di Siderno, e, devo smentire parola per parola le grandissime inesattezze di chi non sa neppure dove si trova l’Impianto e neppure il trattamento usato per i rifiuti, ma solo ed esclusivamente aizzare la cittadinanza verso un problema che la sottoscritta, il Sen.Fuda,l’Ing. Fazzari, e con l’aiuto dell’Ass.Regionale Fragomeni, hanno in tutti i modi cercato di risolvere ed è stato risolto.
    Non è vero che a Siderno transitano autotreni provenienti da tutta la Regione a conferire, quando gli stessi, siano di Ecologia Oggi o di altre società autorizzate, vengono a prelevare i rifiuti che vengono conferiti in base alla tipologia presso l’inceneritore di Gioia Tauro o presso le discariche autorizzate.
    Non è altresì vero che la frazione organica provenga da altri comuni, ma solo da quelli che nei 42 Comuni Locridei fanno la raccolta differenziata.
    Per quanto riguarda il fattore odorigeno,è di molto scemato dopo la ristrutturazione del Biofiltro a cui oggi non si può addebitare il problema, in quanto viene giornalmente monitorato e settimanalmente analizzato.
    Si stanno altresì controllando le direzioni del vento e non è la prima volta che qualcuno lamentandosi è stato poi smentito.
    E’ pur vero che questo Impianto non doveva nascere in questa località ad alta densità abitativa preesitente, ma è pur vero che oltre all’impianto esiste anche un depuratore nella stessa zona, che emana esalazioni veramente puzzolenti, una fiumara con tonnellate di spazzatura tal quale che certamente con il caldo non manda certamente profumo, che non esiste a Siderno un fiume o un torrente che non sia discarica a cielo aperto( vedi Garino, Lordo e vie periferiche per non parlare dei siti in centro città (vedi via Amendola). Denunce fatte da anni dall’Osservatorio Cittadino agli Organi Competenti. Pertanto io sottoscritta delegata sia dal Comune di Siderno e confermata dalla Regione ,(a titolo gratuito e a proprie spese) nonchè presidente dell’Osservatorio Cittadino a TUTELA DEI CITTADINI gradirei che le notizie vengano date correttamente e con cognizione di causa verificando di persona e non per sentito dire.

LASCIA UN COMMENTO