Contromafie, c'è anche il Comune di Marina di Gioiosa

on . Postato in Politica

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

GIOIOSA MARINA - L’esperienza politico-amministrativa dell’Amministrazione Comunale di Marina di Gioiosa Ionica sarà presentata alla terza edizione di Contromafie, il grande appuntamento organizzato da Libera, in programma dal 24 al 26 ottobre, in cui confrontare strategie contro la criminalità organizzata e la corruzione, mettere a punto proposte di natura giuridica ed amministrativa, elaborare azioni di contrasto civile, valorizzare le buone prassi ed esperienze in tema di libertà, cittadinanza, informazione, legalità, giustizia e solidarietà.

Dismissione delle quote del Comune di Siderno in Locride Ambiente, Vincenzo Loiero non ci sta

on . Postato in In primo piano

DI SEGUITO LA NOTA STAMPA DEL PRESIDENTE DEL CONSORZIO DI FUNZIONI E DI GESTIONE LOCRIDE AMBIENTE VINCENZO LOIERO

MARTONE - La presente per stigmatizzare pubblicamente il comportamento assunto di recente dalla Commissione straordinaria di Siderno, in merito alla partecipazione del Comune da loro temporaneamente amministrato all’interno della società mista Locride Ambiente spa.

Lo Sporting Locri vuole cambiare rotta. Ferrara non si accontenta:“contro il Vittoria l’unico risultato possibile sono i tre punti”

on . Postato in Sport

LOCRI-E’ uno Sporting Locri in cerca di risposte quello che domenica riceverà le siciliane del Vittoria Calcetto. Un inizio di stagione non proprio brillante non ha però minato la determinazione e la fiducia nei propri mezzi per le ragazze che, dopo aver fatto quadrato col mister, hanno ripreso di buona lena gli allenamenti, convinte che con determinazione e impegno potranno tirarsi fuori da questo momentaccio che tutta la Locri sportiva vuole scacciare al più presto.

Gente in Aspromonte, domenica si va a San Giorgio Morgeto

on . Postato in Sport

DALL'ASSOCIAZIONE CULTURALE "GENTE IN ASPROMONTE" RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

Il percorso, si snoderà attraverso sentieri agevoli, in un’area ricchissima di fonti da cui scorgono acque freschissime, risulterà molto vario, alternando tratti su carrareccia, con salite e discese comunque mai troppo impegnative. Offrirà l’opportunità di ammirare un suggestivo paesaggio, abbellito da maestosi esemplari di sughero e toccherà i piani di monte Campanaro dove ricadono gli antichi resti del Kastron di S.Eusebio o Altanum o ancora Casignano.

Roccella Ionica, motovedetta della Guardia Costiera salva 78 migranti su un'imbarcazione alla deriva

on . Postato in Cronaca

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

ROCCELLA IONICA - Continuano gli sbarchi di migranti irregolari lungo le coste della Locride. Nella tarda serata di giovedì la Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Roccella Jonica veniva allertata per la probabile presenza di un’imbarcazione alla deriva al traverso di Riace con numerosi migranti irregolari a bordo.

Locri, il sindaco Calabrese alza bandiera bianca e annuncia la morte dell'ospedale della Locride

on . Postato in In primo piano

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Il Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, mette in atto una nuova protesta provocatoria per attrarre le giuste attenzioni nei confronti dell’Ospedale della Locride, che, a causa di scelte sciagurate da parte di chi lo ha amministrato nell’ultimo decennio, sta rischiando la definitiva chiusura. Un problema che riguarda tutto il territorio locrideo e che ha necessità di essere affrontato in maniera seria ed adeguata da tutte le forze che operano nella Locride a tutela e difesa dell’importante Nosocomio locrese.

Locride, due arresti e 12 denunce nelle ultime 24 ore

on . Postato in Cronaca

LOCRI- I controlli realizzati hanno visto impiegati i Carabinieri, sia nel presidio dei punti di obbligato passaggio della giurisdizione di competenza, allestendo numerosi posti di controllo e anche alcuni posti di blocco a due sensi di marcia, ma senza trascurare le aree secondarie dei principali centri urbani, e sia in numerose perquisizioni, domiciliari, personali e veicolari.

Siderno, al via il bando per costituire una "short list" di avvocati del comune

on . Postato in In primo piano

di Antonella Scabellone

SIDERNO- E’ stato pubblicato il bando per la costituzione di una "short list" di avvocati a cui affidare le nuove cause del comune. Lo scorso tre settembre la triade commissariale aveva  deliberato un regolamento a riguardo e,  in data 14 ottobre, è stato reso pubblico il successivo  bando che può essere consultato e scaricato sul sito del comune.

Elezioni regionali, le perplessità di Teresa Celestino (Pd)

on . Postato in Politica

DI SEGUITO LA NOTA STAMPA DI TERESA CELESTINO, COMPONENTE L’ASSEMBLEA NAZIONALE DEL PD

La tensione registrata ad una settimana dalla scadenza per la presentazione delle liste dei candidati che concorreranno alle prossime elezioni regionali a sostegno di Mario Oliverio alla Presidenza della Regione Calabria per il centro sinistra, mi spinge ad esprimere le mie personali riflessioni, in veste di membro dell’Assemblea Nazionale del PD, di iscritta al partito e di elettrice di centro sinistra da sempre.

Candidature alle Regionali: Lucano è out; Sainato sta riflettendo; Passafaro mette su la segreteria politica

on . Postato in Politica

di Gianluca Albanese

LOCRI – A sei giorni dalla scadenza della presentazione delle liste, molti sono i dubbi e poche le certezze tra i potenziali candidati locridei al consiglio regionale. Rispetto alla ricognizione compiuta venerdì scorso da Lente Locale, infatti, si sono aggiunti alcuni aspiranti a uno scranno a palazzo Campanella, mentre qualcuno sembra essere uscito di scena.

Siderno, proficuo incontro in Comune tra le associazioni

on . Postato in Politica

DALLA CONSULTA CITTADINA DI SIDERNO RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:SDSDSDSDSDSD

Si è riunita nei giorni passati nei locali del Comune di Siderno la Consulta cittadina per fare il punto della situazione e per confrontarsi con le altre associazioni che la compongono. Dalla relazione svolta dal Presidente è emerso che in questi ultimi mesi pur non avendo la stessa Consulta svolto un'intensa attività,ha dedicato molta attenzione e molto impegno a diverse problematiche di interesse generale che sono ancora in corso e che possono nel futuro contribuire a dare dei buoni risultati in prospettiva di una crescita e di una ripresa della città.

L'angolo acuto

MARIA GRAZIA LAGANA' E IL BEL TACER CHE NON FU MAI SCRITTO

«Non bisogna cedere al populismo di chi dice che i dipendenti ospedalieri sono imboscati: tutti i lavoratori del nostro ospedale sono persone serie e corrette e che spesso si sobbarcano dei doppi turni pur di fare il proprio dovere».

E' uno stralcio dell'intervento alla manifestazione di protesta di amministratori, sindacati e addetti ai lavori a tutela dell'ospedale di Locri, di Maria Grazia Laganà, una condanna in primo grado a due anni di reclusione (con sospensione della pena) per tentata truffa ai danni dell'allora Asl di Locri, falso e abuso.

La stessa Maria Grazia Laganà che, come ricorda un articolo del 2012 a firma dell'ottimo Pasquale Violi sul "Quotidiano della Calabria", dal febbraio del 2011 all'ottobre del 2012, mentre era in aspettativa dal suo posto di dirigente medico dell'ospedale di Locri (perché eletta nel 2008 parlamentare della Repubblica nelle liste del Pd) percepì ugualmente - a sua insaputa ? - oltre 4mila euro al mese di stipendio, come se avesse lavorato all'ospedale. 

Massimo rispetto per i dipendenti ospedalieri onesti che, per fortuna, sono la maggioranza, ma mai come in questo caso..."Un bel tacer non fu mai scritto". 

DIRITTO DI REPLICA AI SENSI DELLA LEGGE SULLA STAMPA:

L’angolo acuto, mi si conceda una battuta, in questo caso si è rivelato… ottuso.
Mi chiedo infatti che bisogno ci sia di mettere in atto una sistematica opera di delegittimazione della mia persona, anche a fronte dell’impegno comune che la politica ha intrapreso a tutela di un diritto di tutti i cittadini, quello alla salute, e di un bene collettivo come l’ospedale di Locri.
Delegittimazione che peraltro non ha sortito alcun effetto, dal momento che sono ben felice che i nostri concittadini hanno apprezzato la posizione che ho assunto sull’ospedale.
Se questa volta ho deciso di rispondere, è per ripristinare la verità sostanziale delle cose che un giornalista non può non conoscere: professionalmente e deontologicamente lo considero grave.
Per quanto riguarda la mia condanna in primo grado, mi sono difesa nel processo e non dal processo e pur rispettando la Magistratura e la sentenza, rivendico la mia innocenza e questo mi consente di camminare a pesta alta.
Voglio ricordare ai supercampioni dell’etica parolaia che io, un minuto dopo la mia condanna, ho deciso da sola di fare un passo indietro pur non rientrando nell’ambito di applicazione della legge Severino che all’epoca neanche esisteva.
Peraltro, non credo che questa vicenda possa impedirmi di esprimere una mia opinione sull’ospedale. Fino a prova del contrario, anche io sono una cittadina di questo Paese e anche io ho diritto a manifestare liberamente il mio pensiero, così come stabilisce la Costituzione. Oppure i diritti costituzionali esistono per alcuni e per altri no? E, ancora, si è garantisti con gli amici e giustizialisti con i “nemici”?
Mi chiedo come mai il giornalista che ha scritto l’articolo abbia riportato tante imprecisioni: francamente spero solo si tratti di disinformazione (e questo già ritengo sia grave per chi esercita tale professione) e non di malafede. A meno che non ci sia stata l'ispirazione di terze persone, di suggeritori occulti che però alla fine non ne rispondono né in sede penale, né in sede civile.
E’ notorio che sia stata io a segnalare l’anomalia del versamento dello stipendio dell’Asp durante il mio mandato parlamentare, nonostante la mia tempestiva richiesta di aspettativa; è altrettanto notorio che abbia restituito le somme erroneamente versate; e infine, la somma in questione è inferiore a quella indicata dal giornalista, evidentemente disinformato.
In tutti questi anni ho subito attacchi e aggressioni mediatiche gratuite. Ho taciuto per rispetto delle Istituzioni e della magistratura. Ma non posso accettare di essere insultata sine die e di subire ingiuste lesioni della mia onorabilità. È per questo che stavolta ho deciso di chiedere una rettifica, che sarà la prima e l’ultima, perché in futuro un confronto di questo tipo avverrà solo nelle sedi competenti. Per quanto mi riguarda, è una certezza.
Maria Grazia Laganà Fortugno

Fin qui la lettera dell'ex parlamentare Maria Grazia Laganà che abbiamo pubblicato integralmente. Ovviamente, la nostra storia personale e la nostra condotta quotidiana possono bastare a tranquillizzarla: non ci sono "terzi" che avrebbero "ispirato" la nostra nota pubblicata ieri, e chi ha la bontà di leggerci ogni giorno sa che di fronte ai fatti non guardiamo in faccia nessuno, e non esistono amici e nemici. Perché i fatti sono ostinati e quelli che mancavano nel nostro articolo sono stati riportati nella lettera della signora Laganà che, lo ripetiamo, abbiamo pubblicato integralmente. Siamo giornalisti, non ghost-writer e, quando e se sbagliamo, non sbagliamo mai in conto terzi.

Stentiamo, infine, a intravedere, nel nostro articolo qualsivoglia intento e o contenuto offensivo nei confronti della signora Laganà. Semmai, esso trae linfa dall'articolo 21 di quella Costituzione Italiana più volte richiamata nella sua lunga replica. (Gianluca Albanese)